FERMO – Pensava, dopo quasi una settimana, di averla fatta franca ed invece le autorità sono intervenute per punire il suo comportamento illecito compiuto in strada.

La Polizia Stradale di Fermo riesce in poco tempo ad individuare il conducente di una vettura che dopo aver provocato un incidente si è dato alla fuga. Il 9 maggio, alle ore 17,50 circa un pattuglia di Amandola interveniva per i rilievi di un sinistro stradale occorso sulla Sp 204, denominata “Lungotenna”, a Fermo, in cui un veicolo nell’affrontare una curva, finiva per invadere la corsia opposta e, dopo aver urtato con violenza la vettura proveniente dall’opposto senso di marcia, si dava alla fuga.

L’incidente causava ingenti danni ai mezzi coinvolti tanto che sul luogo del sinistro venivano rinvenuti alcuni resti di carrozzeria dell’auto datasi alla fuga. I frammenti permettevano di individuare, insieme alla testimonianza del conducente della vettura coinvolta, la marca e l’anno di costruzione dell’auto fuggitiva.

Veniva posta in essere una intensa attività di indagine dal Personale del Distaccamento Polstrada di Amandola in collaborazione con quello dell’Ufficio Polizia Giudiziaria della Sezione di Fermo, che si concretizzava nel controllo delle telecamere di sorveglianza di diversi comuni della zona, negli accertamenti su banche dati informatiche e nell’indispensabile e determinante intuito degli operatori.

Nel giro di pochi giorni è stato individuato il responsabile della fuga: un 34enne residente in provincia di Macerata che, oltre a rispondere delle sanzioni previste per le infrazioni commesse, subirà anche il ritiro della patente di guida.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.