FERMO – Non solo attività di prevenzione ma anche di indagine nel Fermano in questi giorni.

La Polizia Scientifica e la Volante, alla fine della settimana scorsa, erano intervenute sempre a Lido Tre Archi a seguito della segnalazione della possibile occupazione abusiva di un appartamento, del quale era stata forzata la porta di accesso e successivamente era stato messo a soqquadro l’interno con gravi danni al mobilio.

Gli agenti della Polizia Scientifica sono riusciti a rilevare tracce del passaggio dell’ignoto autore del reato predatorio e, dopo le comparazioni tecniche, ad attribuirne la responsabilità ad un giovane clandestino di origine tunisina, residente anagraficamente nell’entroterra Fermano ma di fatto senza fissa dimora e già responsabile di reati contro il patrimonio, che viene attivamente ricercato.

 


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.