SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il “Piano” della Regione Marche adesso c’è: se un documento interno di fine aprile prevedeva il graduale ritorno alla normalità per gli ospedali Covid-19 delle Marche, la delibera della giunta regionale di inizio maggio ha definito cosa accadrà nei prossimi mesi in caso di nuova onda epidemica: prima si occuperanno gli 84 posti del Fiera Hospital di Civitanova, poi i reparti malattie infettive di Torrette, Pesaro e Ancona, e poi – se il numero dei ricoveri sarà elevato – di nuovo gli ospedali di San Benedetto, Camerino, Civitanova, Senigallia e Jesi.

Di seguito due articoli, poi ulteriori precisazioni.

DOCUMENTO “Fase 2”: Ospedali Marchigiani, da giugno previsto il ritorno alla normalità

Covid, il Piano delle Marche per la seconda onda. DOCUMENTO Ecco gli ospedali che serviranno

Ebbene, oggi, 12 maggio, i pazienti ricoverati all’ospedale “Madonna del Soccorso” sono appena 11, 3 in terapia intensiva e 8 in cure non intensive.

Al che si aggiunga che i pazienti in terapia intensiva per Covid-19, in tutte le Marche, sono 24, ben al di sotto del picco di fine marzo (169); così come in terapia semi-intensiva sono 73, quando raggiunsero la quantità di 315 ricoverati a fine marzo. In totale, i malati più gravi sono 97, mentre a fine marzo erano 482.

 


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.