FERMO – Con l’inizio della “Fase 2”, i Carabinieri del Comando Provinciale di Fermo, con l’impiego delle varie articolazioni territoriali, unitamente al Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro di Ascoli e del Gruppo Carabinieri Forestale, hanno iniziato i controlli presso le attività produttive, industriali e commerciali, finalizzate alle verifiche dell’attuazione sui luoghi di lavoro delle misure precauzionali di contenimento del contagio, sulla base del protocollo sottoscritto tra il Governo e le Parti Sociali e del coordinamento operato dalla Prefettura di Fermo.

Dalla scorsa settimana, infatti, il numero delle varie attività produttive aperte si è notevolmente incrementato e, conseguentemente, è fondamentale che vengano garantiti, a tutti i lavoratori, adeguati livelli di protezione e salubrità, sulla base dei protocolli di sicurezza anti-contagio.

Nessuna sanzione è stata elevata per le prime 6 aziende ispezionate dai Carabinieri in ambito provinciale, presso le quali i militari hanno constatato la particolare attenzione prestata dai datori di lavoro nel porre in essere i dispositivi di protezione individuale per i lavoratori ma anche per evitare assembramenti o altre forme di rischio rappresentati dall’ingresso di acquirenti, corrieri e persone terze ai luoghi di lavoro. Anche i 51 lavoratori identificati, risultati regolarmente assunti, sono apparsi particolarmente responsabili ed attenti ad osservare le prescrizioni a loro imposte e le indicazioni offerte nel corso dei controlli.

L’attività ispettiva impegnerà i Carabinieri anche per tutta la settimana corrente e per le prossime, con l’impiego del personale dei presidi territoriali e di tutti i reparti speciali dell’Arma (NOE, NAS, Tutela Agroalimentare, Forestale, Ispettorato del Lavoro) e sarà finalizzata soprattutto a prevenire potenziali pericoli per la salute dei lavoratori e delle persone.

L’interesse, in questo particolare momento storico, è quello di favorire la ripartenza economica, fornendo le necessarie informazioni affinché tutti possano osservare al meglio le prescrizioni previste per l’adozione di misure precauzionali di contenimento del contagio.

Contestualmente, continueranno anche i controlli su strada e nei centri abitati per verificare la regolarità degli spostamenti delle persone, evitare assembramenti e violazioni alle prescrizioni. Complessivamente, sino ad oggi, i Carabinieri del Comando Provinciale di Fermo hanno eseguito 2.502 servizi di controllo dedicati all’emergenza Covid, identificato 11.716 persone, elevato 358 sanzioni amministrative.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.