GROTTAMMARE – Litorali e stagione estiva: l’11 maggio sono arrivate le tante attese linee guida della Regione Marche per i concessionari e i Comuni della costa.

Indicazioni e modalità per gli stabilimenti balneari, per far passare un’estate in sicurezza a bagnanti e dipendenti nonostante l’emergenza Coronavirus.

Dalla Regione sono giunte disposizioni anche per le spiagge libere con possibilità dei Comuni interessati a scegliere, poi, la soluzione migliore.

A San Benedetto l’ipotesi App per la prenotazione dell’arenile prende sempre più corpo, a Cupra Marittima ci sono ancora discussioni a riguardo e ad altre possibilità ma l’obiettivo principale è garantire la massima sicurezza al bagnante.

I nostri articoli

Spiagge libere a San Benedetto, idea App. “Vigilanza necessaria, chiederemo aiuti a Regione”

Spiagge libere a Cupra, Piersimoni: “Garantire sicurezza ai bagnanti, obiettivo principale”

E a Grottammare, dove sono presenti 32 litorali ‘free’? Riviera Oggi ha contattato al telefono il sindaco Enrico Piergallini: “Abbiamo ricevuto le linee guida dalla Regione e ci siamo messi subito al lavoro per informare i concessionari e verificare la fruibilità delle spiagge libere. Su quest’ultime puntiamo a meno vincoli ma ad un controllo più diretto garantendo, ovviamente, le dovute sicurezze“.

Quindi niente App? “Riguardo a questo strumento non ci preoccupa la parte tecnologica ma la gestione e l’idea della prenotazione. Abbiamo dei dubbi a riguardo, come detto in precedenza puntiamo ad un controllo più diretto con meno vincoli. Per questo stiamo pensando a dei custodi della spiaggia“.

Il sindaco ci spiega la sua idea: “Personale disponibile tutto il giorno, dalla mattina alle 19/20 circa, con cura della capienza massima delle spiagge in questione con verifica del giusto distanziamento sociale e vigilanza per far rispettare le norme comportamentali ai bagnanti presenti”.

Il primo cittadino chiude con un auspicio: “Dal documento della Regione si legge che in caso di dati confortanti sull’andamento epidemiologico, si potrebbero ripristinare, a stagione in corso, le misure della scorsa estate e ciò garantirebbe più respiro ai titolari degli stabilimenti e, ovviamente, anche ai bagnanti. Speriamo, quindi, di avere buone notizie ma comunque non ci faremo trovare impreparati ad affrontare questa prima parte di estate con l’emergenza sanitaria in corso garantendo sicurezza e rispetto delle regole”.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.