GROTTAMMARE – “Con l’estate alle porte, l’iniziativa di via Palmaroli (n.d.r. taglio del nastro social) non resterà a lungo fine a se stessa. E’ intenzione dell’Amministrazione comunale ragionare su un calendario  di intrattenimento che tenga conto sia di eventi virtuali che di eventi in presenza.”.

Così l’11 maggio il sindaco di Grottammare, Enrico Piergallini, su un possibile calendario di eventi in programma nell’estate 2020 caratterizzata dall’emergenza Coronavirus.

“Ora ci aspetta l’estate e posso dire con tutta franchezza che questa prova generale ci servirà per elaborare un programma di eventi fruibili in modalità virtuale,  consentendo così ad alcuni festival storici della città di svolgere la loro attività anche nel 2020, in modalità smart – annuncia il primo cittadino -. La diretta di via Palmaroli, infine, ci ha consentito, tra l’altro, di comunicare all’esterno la voglia che c’è a Grottammare di continuare ad andare avanti,  di ripartire nel pieno delle forze e di ospitare nuovamente i turisti che avranno voglia di scegliere la nostra città”.

“È ancora tutto incerto – precisa Piergallini -, siamo in attesa delle linee guida nazionali che diranno ai Comuni come poter organizzare eventi all’aperto. Prepariamoci comunque ad una estate che sarà molto diversa rispetto alle precedenti. Anche qualora fosse possibile tornare in piazza per festeggiare, l’amministrazione potrà organizzare manifestazioni all’aperto soltanto in estrema sicurezza. Purtroppo, per loro natura, alcuni grandi eventi di piazza non potranno essere organizzati poiché in essi sarebbe impossibile garantire il rispetto del distanziamento sociale”.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.