TERAMO – Intervento delle Forze dell’Ordine lungo la costa teramana.

Il 10 maggio, una Volante del Commissariato di Atri, nel Teramano, durante un posto di blocco effettuato sulla Statale 16 di Silvi in provincia di Teramo, intimava alt al conducente di un veicolo al fine di poter sottoporre il medesimo ai controlli previsti dalla normativa in materia di emergenza coronavirus.

Il conducente, tuttavia, non solo non si arrestava all’alt dei poliziotti, ma accelerava proseguendo in direzione Città Sant’Angelo al fine di sottrarsi al controllo, dandosi alla fuga e ingaggiando una corsa pericolosa a forte velocità con repentini cambiamenti di carraggiata che mettevano in pericolo alcuni ignari passanti che si trovavano sul tragitto. costringendoli ad accostare sui margini della carreggiata onde evitare incidenti.

Immediatamente inseguito dagli operatori della Volante, veniva poco dopo fermato dalla pattuglia a circa due chilometri dal posto di blocco. Il giovane, un 19enne di Montesilvano, risultava sprovvisto di patente di guida perché mai conseguita, verosimilmente motivo per il quale poco prima era fuggito, e l’autovettura in suo uso, di proprietà di altri, risultava anche non coperta da polizza assicurativa.

Pertanto gli agenti procedevano a denunciare il fuggitivo per resistenza a Pubblico Ufficiale e a sanzionarlo per le violazioni al Codice della Strada per un importo pari a a 6.500 euro circa, sottoponendo l’autovettura a sequestro amministrativo.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.