MARTINSICURO – “Non abbiamo capito proprio nulla. Non siamo ancora usciti fuori da una delle più grandi emergenze sanitarie. Non possiamo permetterci di comportarci come se nulla fosse accaduto. Non dobbiamo e non possiamo ancora abbassare la guardia”.

Così il sindaco di Martinsicuro, Massimo Vagnoni, il 9 maggio bacchetta coloro che non stanno rispettando le misure della Fase 2 dell’emergenza Coronavirus.

“La possibilità di fare attività motoria, non ci deve far dimenticare l’importanza di evitare al massimo il contatto con altre persone – aggiunge il primo cittadino – il distanziamento sociale e l’uso delle mascherine e’ l’unico modo che abbiamo per neutralizzare il rischio del contagio. In questi giorni invece , ed in particolar modo oggi, sembra che questi mesi siano passati invano. Tutti quanti noi abbiamo voglia di tornare alla normalità. Ma lo dobbiamo fare con buon senso e senso di responsabilità”.

Il sindaco denuncia: “Troppa gente in giro senza mascherine e senza rispettare le distanze. I sacrifici fatti potrebbero rivelarsi inutili se non continuiamo ad avere le stesse attenzioni della Fase 1. Riusciamo a renderci conto che non ci possiamo più permettere di tornare a chiudere, proprio ora che si sta ripartendo? Spero di sì. Perché oltre al rischio sanitario sempre dietro l’angolo, c’è una crisi sociale ed economica che rischia di peggiorare di giorno in giorno se non si creeranno le giuste condizioni per far ripartire tutte le attività”.

Il sindaco conclude: “Impossibile controllare tutto ciò che accade. Credo invece che ognuno di noi debba fare la sua parte evitando assembramenti e indossando la mascherina. Non roviniamo quanto di buono abbiamo fatto sinora“.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.