SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “La Samb Calcio venuta a conoscenza di mascherine che risulterebbero in vendita con uno dei loghi registrati dalla società, comunica di non aver mai ceduto a terzi il diritto all’utilizzo del proprio marchio e quindi di non aver mai autorizzato nessun tipo di produzione e/o vendita di tali dispositivi che, oltretutto, sono dispositivi di protezione individuale che per essere commercializzati devono ottenere tutte le dovute certificazioni dagli organi competenti in materia”.

Così, in una nota ufficiale il 9 maggio, la società rossoblu smentisce l’autorizzazione a vendere dispositivi di protezione con il logo della squadra.

Dal Club aggiungono: “Pertanto, ribadendo la totale estraneità ai fatti, la società sta effettuando i dovuti accertamenti per poi riservarsi il diritto di segnalare i responsabili all’autorità giudiziaria soprattutto nel caso in cui le mascherine in questione risultassero sprovviste delle dovute certificazioni rappresentando, quindi, un potenziale pericolo per la salute pubblica”.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.