SAN BENEDETTO – Non sentivo da tempo Franco Fedeli. L’ho chiamato oggi dopo la clamorosa proposta delle società di serie C che vorrebbero promosse in serie B  le tre squadre capoliste, nonostante manchino molte giornate alla fine del campionato.
Come va presidente?
Bene, grazie
Che può dirmi della decisione presa ieri dalle società di serie C?
Ma ancora non è stata mica accettata.
Lo so è una proposta ma è comunque una decisione assurda, pazzesca.
Hanno detto che le prime vanno tra i cadetti e una delle seconde, probabilmente il Carpi.
E le pare normale? Non è accettabile.i campionati si giocano fino alla fine. Un esempio recente è quello dell’Alessandria che a questo punto del campionato aveva 15 punti di distacco sulla Cremonese e si fece raggiungere. Così non è più sport. Tanto meno credo che le squadre a ridosso delle prime in particolare accetteranno una simile grottesca decisione.
Sarà un campionato falsato, molte squadre non si iscriveranno, adesso è un problema di salute dopo sarà un problema di economia
Certo con 69 squadre di serie C il problema si amplia ma non si può prendere una decisione o meglio fare una proposta con il presupposto che tante squadre non si iscriverebbero, non è ne giusto né da organi professionistici.
Io con il calcio ho chiuso definitivamente, quindi il problema mi riguarda marginalmente
A lei sì ma non è la stessa cosa per i tifosi e per molte altre società
Io ho dato tutto alla Samb, credo di aver fatto il massimo in 5 anni e non ho nulla da rimproverarmi, se poi c’è stata una sola promozione non so che dire, capita. Ogni anno ci abbiamo provato seppur con alterna fortuna.
Sicuramente. Non credo che, a mente fredda, nessuno potrà rimproverare nulla alla famiglia Fedeli.
Non è proprio così molte persone mi hanno disturbato, mi hanno messo sullo spiedo senza che lo meritassi
A proposito della chiusura del torneo, la decisione era nell’aria, che ti metti a fare. Devi riprendere gli allenamenti, devi fare spese per la sicurezza sanitaria, procedimenti che costano molto
La sospensione del campionato può starci ma non i verdetti quando mancano dodici partite alla fine del torneo. È una grandissima ingiustizia sportiva che non credo, come dicevo prima, sia stata avallata da tutte le società, si metta nei panni delle squadre che stanno seconde o terze o anche che rientrano nei play off; per quale motivo dovrebbero rassegnarsi a non raggiungere obiettivi ancora possibili. Meglio una riforma generale da studiare attentamente. Se la proposta fosse approvata ci ritroveremmo con 69 squadre di serie C e 23 di serie B, le pare normale? Meglio ridurle
Staremo a vedere ma io credo che più di 40 squadre di C non ci saranno
Io credo invece che a questo punto molte società in virtù delle Leggi sulla Pandemia potrebbero chiedere di eliminare la fidejussione (di solito è l’ostacolo maggiore per evitare che presidenti poco affidabili possano acquistare società per il prossimo campionato). Dopo di che basterebbe solo l’iscrizione che mi pare sia intorno ai 100 mila euro, una cifra accessibile per iniziare. Magari perché con meno squadre il minore introito iniziale non verrebbe ben visto dalla Lega? Possibile che, dopo i tanti errori precedenti, li completano con quello che sarebbe un vero disastro. Tanto ci rimetterebbero i tifosi, loro no.
Secondo me la fidejussione non è un problema, perché non è un costo. Se c’è fiducia te la danno, a me l’hanno sempre data.
E ci credo. Per altri falsi ricchi invece è il problema più insormontabile perché non è vero che non è un costo, visto che, almeno nel calcio, una fidejussione presume il possesso di soldi veri non più capitali. Visto che ha deciso di chiudere, esiste una minima possibilità che suo figlio prenda in mano la squadra?
Mio figlio non vuole assolutamente ritornare e prendere il mio posto. Ho visto che gli telefonano poi scrivono cose utili soltanto ad illudere i tifosi, e solo per vendere i giornali. Non è giusto
Io ho preferito lasciarvi in pace
L’ho notato ma c’è chi sacrificherebbe pure la persona più cara pur di vendere giornali. Uno in particolare è un uomo che non rende onore alla stampa sambenedettese. Io accetto tutto ma ricorrere alle bugie per creare interessi è da stolti. Si approfitta del fatto che, se mio figlio tornasse, i sambenedettesi lo porterebbero in trionfo. Ripeto e posso provarlo che li stanno ingannando con titoli equivoci che, appunto, hanno soltanto lo scopo di far vendere i giornali e non per fare il bene della Samb. Non è giusto prendere in giro le persone”
Se invece Andrea avesse un ripensamento e le chiedesse di voler continuare da solo…
Non avverrà, ha qui altri impegni importanti, ha la famiglia, un figlio, poi sarebbe una forzatura. Adesso vado molto d’accordo con mio figlio e nessuno di noi due vuole innescare problematiche e magari farci litigare. Poi se qualcuno vuole mettere zizzania non mi meraviglierei
Il problema che dovrà affrontare sarà l’iscrizione al prossimo campionato.
Qualcuno la farà
Gli stipendi?
Fino a febbraio ho pagato poi non hanno più giocato. Pagare per intero non mi sembra giusto però non mi tirerò indietro se sarà necessario trovare un accordo con loro e accontentarli. Se però possono accedere alla cassa integrazione (c’è una proposta), il problema è risolto.
Io non la disturbo più a meno che non succedano avvenimenti clamorosi prima di un nuovo inizio di campionato. Grazie.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.