CUPRA MARITTIMA – Non si ferma la politica cuprense. Nel corso dell’ultimo consiglio comunale svoltosi in streaming e disponibile su youtube, sono diversi i suggerimenti e le osservazioni che i consiglieri di minoranza di “Cupra Obiettivo Comune” (Luca Vagnoni, Graziano Cognigni e Valerio Sbaffoni) hanno portato all’attenzione della giunta comunale. 

In merito al punto relativo alla “Definizione scadenze Tari 2020”, su cui la maggioranza si è espressa con la proroga di un mese delle scadenze delle due rate previste, i consiglieri hanno espresso le proprie considerazioni sull’utilità di una suddivisione in almeno tre rate, vista la situazione contingente ed improvvisa, così da avere importi più bassi e dare un po’ più di respiro a famiglie ed esercenti.

In relazione al punto che trattava “Approvazione Programma Triennale delle opere pubbliche 2020/2022”  i consiglieri di minoranza di “Cupra Obiettivo Comune” hanno chiesto alla maggioranza delucidazioni su come intende procedere per reperire finanziamenti per gli interventi più onerosi presenti nella programmazione, collocati già nella prima annualità ed in particolare si sono riferiti a: “Monitoraggio stabilità scalinata Piazza della Libertà” (1 milione euro); “Interventi straordinari frana Sant’Andrea” (1.132.000 euro); “Consolidamento Cinta Muraria Murano” (1,5 milioni di euro).

Dato che ci sono fondi per 1.485.409 euro per “Adeguamento Edificio Scolastico”,  gli stessi consiglieri hanno sollecitato la Giunta ad intervenire prima possibile sulla scuola e ad approfittare di questo periodo di chiusura per avviare quanto prima gli interventi necessari sulla struttura così da poter terminare i lavori entro l’inizio del nuovo anno scolastico a settembre. Essendo la scuola un bene pubblico, l’Amministrazione deve dare priorità a questo tipo di intervento ed ha tutte le carte in regola per poter agire nell’immediato. E’ vero che non sono più pervenute lamentele, ma i problemi dell’edificio scolastico restano gli stessi e la sicurezza di studenti, docenti, bidelli è prioritaria.

Sul punto finale del Consiglio Comunale relativo al “Documento di Programmazione finanziaria esercizio 2020-2022: approvazione del documento unico di programmazione dei del bilancio di previsione” i tre consiglieri, dopo aver letto il Piano Esecutivo di Gestione 2020, hanno fatto notare alla maggioranza che ci sono alcune voci di spesa relative ad app, canoni, software e abbonamenti per un ammontare totale di 140/150 mila euro circa.  Trattandosi di un importo totale considerevole, i consiglieri di “Cupra Obiettivo Comune” hanno chiesto alla maggioranza la possibilità di poter ridimensionare questa cifra, a favore di altri ambiti.

Infine, Vagnoni, Cognigni e Sbaffoni, consapevoli del periodo emergenziale ancora in corso e decisi più che mai a dare un segnale concreto, hanno deciso, dopo aver comunicato la loro intenzione ai referenti locali e al Presidente Don Armando Moriconi, che devolveranno interamente le loro indennità di consiglieri comunali alla Caritas parrocchiale di Cupra Marittima, da sempre in prima linea per l’aiuto dei cittadini e delle famiglie in difficoltà, alcune delle quali provate ulteriormente da questo periodo complicato.

 


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.