CARASSAI – Materiale didattico lasciato a scuola, mascherine, bibite e patatine saranno consegnate ai bambini del paese.

Lo fa sapere il sindaco di Carassai, Gianfilippo Michetti: “Grazie alla Preside del nostro Isc che oggi ha permesso di accedere nel plesso scolastico con l’assistenza del Collaboratore Scolastico, grazie alle insegnanti della Scuola dell’Infanzia e della Primaria e alla Protezione Civile, abbiamo potuto recuperare libri e materiale didattico di tutti i bambini che era rimasto a scuola a seguito dei vari Decreti di chiusura. La Protezione Civile ha appena iniziato la riconsegna direttamente a domicilio, contiamo di terminarla entro oggi o al più domani”.

“Nell’occasione – informa il primo cittadino – l’Amministrazione Comunale, con il contributo fattivo di idee ed azione di tutti i Consiglieri, ha deciso di acquistare e distribuire una mascherina chirurgica di adeguata taglia ad ogni bambino, prodotta a Carassai dall’azienda riconvertita che ci ha già donato le mascherine per adulti. Insieme alla mascherina ad ogni bambino consegneremo 2 bibite e 2 confezioni di patatine donate da PepsiCo Beverages Italia srl alla Protezione Civile Provinciale e che la nostra Protezione Civile aveva ricevuto dopo Pasqua”.

“Il nostro pensiero è andato ai bambini in questo brutto periodo in cui giustamente ci preoccupiamo dei soggetti più a rischio, gli anziani e chi per lavoro o per altre necessità deve comunque intrattenere rapporti con l’esterno, pur con le dovute precauzioni.
I bambini che sicuramente staranno vivendo questo periodo della loro vita – l’infanzia, che dovrebbe essere il periodo più spensierato in cui si gioca e si va a scuola con i propri compagni e si acquisiscono le basi del vivere civile – come un brutto momento in cui assorbiranno tutte le preoccupazioni di noi grandi e vivranno la privazione del contatto con i compagni o i propri nonni.
Abbiamo pensato che questo piccolo dono rappresenterà poca cosa, ma almeno potranno vivere, si spera, un momento di piccola gioia, con la speranza di rivederli presto a scuola e a giocare insieme dopo che dai loro balconi ci ricordano sempre che andrà tutto bene” conclude il sindaco Michetti.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.