SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Hospice chiuso. Senza dir nulla. La Cisl marchigiana, tramite il segretario Giuseppe Donati, ha inviato una lettera alla direzione dell’Area Vasta 5, all’Asur Marche e al dirigente del Servizio Salute della Regione Marche, nella quale protesta per la chiusura temporanea dell’Hospice dell’ospedale di San Benedetto e per le modalità con cui questo è avvenuto.

“La scrivente Organizzazione Sindacale è rimasta esterrefatta nell’apprendere dagli Operatori Sanitari che vi prestavano servizio, della chiusura a partire da oggi (5 maggio ndr), del Reparto Hospice di San Benedetto del Tronto. Di tale evenienza, la parte sindacale ha ricevuto alcuna informazione preventiva” scrive la Cisl.

“La modalità e la tempistica con le quali il personale dell’Hospice ha dovuto apprendere la decisione assunta, sono da definirsi intempestive ed irrispettose. L’aver omesso poi, da parte di codesta Direzione, di fornire la dovuta informazione preventiva alla delegazione sindacale, è apparso contrario a corrette e proficue relazioni tra parte datoriale e Organizzazioni Sindacali” continua la lettera.

“Va detto inoltre, che la parte sindacale, esclusa completamente dal confronto sul destino dell’Hospice, è stata impossibilitata a dare un fattivo contributo su possibili soluzioni alternative per evitare la chiusura, seppur temporanea, di un Servizio inaugurato solo pochi mesi or sono – scrive Donati – Nello stigmatizzare il comportamento tenuto nel frangente da codesta Direzione, chiede di ricevere in tempi strettissimi, precise
delucidazioni sull’arco temporale della sospensione dell’attività dell’Hospice e sui criteri di riassegnazione in altre Unità Operative e Servizi degli Operatori Sanitari e Sociosanitari, fino a ieri operanti presso il citato Reparto”.

“La Cisl Funzione Pubblica Marche reitera comunque, la proposta di mantenere attivo l’Hospice di San Benedetto del Tronto magari sfruttandone i posti letto per decongestionare altri Reparti o Residenze, come fatto da altra Area Vasta limitrofa” conclude la lettera.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.