SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “Chiediamo di emanare specifiche misure a livello comunale che possano prevedere un eventuale divieto di accesso alle spiagge nei giorni festivi e pre-festivi, come d’altronde prudentemente stabilito, a partire dal 18 maggio prossimo, anche nel capoluogo della nostra Regione”: è questa la richiesta del Comitato di Quartiere di Sant’Antonio, il più esteso e popolato di San Benedetto, all’Amministrazione Comunale.

“Chiediamo che lungo le spiagge della nostra città a partire dal 4 maggio venga adottato da parte delle istituzioni comunali preposte uno specifico e monitorato controllo” scrive il comitato, facendo riferimento alle misure di contenimento dell’infezione Covid-19 previste nell’ultimo decreto del Presidente del Consiglio per la cosiddetta “Fase 2”.

“Temiamo, infatti, che a seguito della scelta decretata dal Presidente della Giunta della Regione Marche con ordinanza numero 27 del 30 aprile, con cui a partire dal 4 maggio sono consentite le passeggiate, svolte in maniera individuale, sulle spiagge, nel rispetto del distanziamento sociale, nonché delle altre norme dell’ordinamento in tema di contenimento della diffusione del virus Covid-19, si possa generare nei fatti lungo i nostri litorali un afflusso di persone non in linea con le attuali misure di sicurezza vigenti, in particolar modo durante i giorni festivi e prefestivi”.

 


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.