GROTTAMMARE – “L’area sportiva dedicata al Calisthenics, sul parto verde a nord del torrente Tesino, è aperta? Sì è aperta. Essendo una struttura non dedicata al gioco per i bambini non deve essere chiusa obbligatoriamente”.

Così il sindaco di Grottammare, Enrico Piergallini, il primo maggio: “Considerata l’utilità della stessa per l’attività sportiva, che abbiamo potuto verificare sin dal giorno della inaugurazione, abbiamo preferito consentirne l’uso. Essa sarà recintata: potranno accedere ad essa due persone alla volta, per un uso continuativo di massimo 5 minuti. Se non avessimo introdotto quest’ultimo limite, qualcuno avrebbe potuto monopolizzarla. Ovviamente, vanno rigorosamente rispettate le distanze interpersonali”.

Il primo cittadino aggiunge: “Per semplicità abbiamo predisposto una mappa dei parchi e dei giardini presenti sul territorio, con le indicazioni di apertura e chiusura. Come potete vedere, anche se non tutti gli spazi sono stati riaperti, ogni quartiere avrà un’area verde per iniziare nuovamente un po’ di vita all’aperto”.

Riapre anche il cimitero, come annuncia appunto Piergallini: “Il Cimitero sarà aperto tutti i giorni, domenica esclusa, dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19. Il nostro Cimitero è totalmente all’aperto ed è piuttosto ampio. Pertanto, non abbiamo limitato l’ingresso a un numero massimo di persone. Tuttavia, pur non essendo obbligatori dispositivi come le mascherine e i guanti, vi chiedo con insistenza di indossarli per tutelare la vostra salute e quella degli altri. Resta, invece, obbligatorio il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro. A rischio di sembrare ripetitivo, vi chiedo anche in questo caso di interpretare con grande senso di responsabilità e prudenza questa Fase 2 che inizierà tra qualche giorno. Imparare a convivere con il virus significa adottare nuovi comportamenti, più coscienti e consapevoli. Significa capire che l’errore commesso da uno solo di noi può compromettere la salute di tutta la comunità. Dal 4 maggio, è vero, possiamo muoverci un po’ più di quanto abbiamo fatto fino ad ora. Ciò non significa, purtroppo, che possiamo tornare alle libertà che caratterizzavano le nostre vite prima della attuale pandemia”.

Il primo cittadino afferma: “Permettetemi, infine, una precisazione: già da molti giorni le nostre squadre di operai, la PicenAmbiente, le cooperative e le ditte incaricate stanno lavorando sul territorio per migliorare il decoro urbano, decespugliando le aree verdi e sistemando gli spazi pubblici, tra i quali anche il nostro cimitero. Non tutto, però, è ancora in ordine come vorremmo. Qualche area, ne siamo consapevoli, potrebbe avere ancora la ‘barba’ e i ‘capelli’ lunghi, vi chiediamo un po’ di pazienza, non è stato semplice affrontare l’emergenza anche per questi aspetti: nei prossimi giorni continueremo a fare il possibile per sistemare al meglio la città”.

 


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.