TERAMO – Storie di ricatti e stupefacenti dal Teramano, in questi giorni.

I Carabinieri di Pineto il 29 aprile hanno arrestato, nella flagranza del reato, per estorsione un 30enne rumeno domiciliato a Silvi nel Teramano.

L’uomo, infatti, aveva preteso da un giovane del posto la somma in contanti di 4.500 euro, ossia un debito accumulatosi piano piano nel tempo per l’acquisto di cocaina.

“E per fare capire che non scherzava, il pusher aveva danneggiato nei giorni scorsi anche alcune imbarcazioni, tra cui quella del debitore, il quale così ha deciso di rivolgersi ai Carabinieri, che hanno organizzato la trappola – si legge in una nota stampa diffusa dall’Arma – Il malcapitato ha chiamato il pusher e ha fissato con lui un appuntamento per la consegna dell’ingente somma, che di fatto è avvenuta, ma subito dopo i militari appostati in zona, che avevano filmato tutto, sono sbucati all’improvviso ed hanno arrestato lo spacciatore, che subito dopo è stato accompagnato in carcere”.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.