GROTTAMMARE – Nella notte tra il 2 e il 3 maggio sarà eseguita la disinfestazione per contenere la presenza delle zanzare sul territorio comunale. L’intervento è mirato a colpire gli insetti adulti e sarà utile anche per contrastare la zanzara tigre.

La prima disinfestazione antilarvale, infatti, si è già svolta il 17 aprile, ed ha interessato tutte le aree considerate focolaio di infestazione, ovvero, zone umide come aree verdi, fossi, scoline, tombini e dove la proliferazione dell’insetto è maggiormente favorita.

“La differenza tra i due interventi sta nel principio attivo utilizzato e nella modalità di azione –spiegano dall’ufficio Ambiente – Il trattamento adulticida è un intervento di contenimento del numero di insetti presenti nell’ambiente, mentre il trattamento antilarvale è di prevenzione, finalizzato ad eliminare i focolai di infestazione”.

Sempre nel corso del mese di aprile, è partito il servizio di derattizzazione nei quartieri del centro e delle aree periferiche.

Affidataria dei servizi di disinfestazione e derattizzazione è la ditta QUARK SRL di Jesi. L’affidamento è di durata triennale e costa complessivamente  31.210,65 euro. Il programma annuale prevede l’esecuzione di 12 interventi adulticidi, 4 antilarvale, una disinfestazione straordinaria e 5 derattizzazioni sul territorio comunale e all’interno degli edifici scolastici.

“E’ molto importante – dichiara l’assessore alla Sostenibilità Alessandra Biocca – che anche i cittadini adottino alcuni semplici ma importanti accorgimenti volti all’eliminazione dei focolai larvali come la presenza di acqua stagnante, anche se in quantità ridotte, nella propria abitazione e area privata dove l’intervento del Comune non può arrivare. La collaborazione da parte dei privati cittadini consentirà di raggiungere un maggior risultato e aumenterà l’efficacia del trattamento su tutto il territorio”.

Va ricordato, infatti, che una delle migliori strategie per la prevenzione dei focolai di zanzare e altri insetti è mantenere in ottimo stato di manutenzione orti, giardini e aree verdi domestiche, così come indicato nell’ordinanza sindacale 88/2016 relativa alla gestione delle aree incolte.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.