SAN BENEDETTO DEL TRONTO – L’artista sambenedettese Samanta Massicci, dopo più di un mese di blackout artistico, ha realizzato «Siamo sulla stessa barca», opera dal significato evidente, ispirata anche dall’esperienza personale (il marito Andrea Trasatti è infermiere del 118 / Pronto Soccorso di San Benedetto).

L’emergenza vissuta ogni giorno da chi lavora in prima linea, la sofferenza di chi lotta per sopravvivere e quella patita da chi non ce l’ha fatta, l’incognita del domani ma anche il viso dolce del Papa e le sue parole hanno scosso le corde dell’emotività e hanno rimesso in attività i suoi pennelli.

Samanta Massicci, diplomata al liceo artistico “O. Licini” Ascoli, ha intrapreso subito l’attività artistica e di corniceria. Nel suo laboratorio artistico a Porto d’Ascoli si è specializzata come ceramista dove, accanto alla sperimentazione di nuove forme di decoro, conserva e tutela i fondamenti dell’antica tradizione ascolana della ceramica. Ha ottenuto il riconoscimento di “Eccellenza artigianale artistica locale” e negli anni ha ampliato i suoi interessi al ritratto e alla decorazione di vari materiali.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.