SAN BENEDETTO DEL TRONTO – I Comuni di San Benedetto del Tronto, Monteprandone e Cupra Marittima chiedono in modo unitario alle aziende che operano nel settore di avanzare proposte per la realizzazione nei tre territori di una rete di colonnine per la ricarica dei veicoli elettrici.

Dopo aver stipulato una convenzione, i tre Comuni hanno pubblicato un avviso pubblico (reperibile sul sito www.comunesbt.it – sezione “Bandi di gara”) con cui si chiede ai “Charge Point Operator”, cioè agli operatori economici, singoli o associati, che realizzano punti di ricarica per le vetture elettriche, e agli “E-Mobility Provider”, ossia i fornitori del servizio di ricarica, di presentare una proposta per la realizzazione di una rete infrastrutturale di colonnine che indichi, ad esempio, dove posizionare le colonnine, con quali modalità, in quali tempi, come assicurarne la manutenzione e la protezione.

“Siamo consapevoli di come il trasporto privato e pubblico contribuisca in modo cospicuo all’inquinamento atmosferico, all’aumento delle emissioni di gas serra e a numerosi impatti ambientali – dice l’assessore all’ambiente Andrea Traini presentando l’iniziativa insieme ai Sindaci di Cupra Marittima e Monteprandone – Mai come in questa emergenza, con la drastica riduzione del traffico, si può chiaramente osservare una maggiore nitidezza nell’osservazione dei paesaggi e una migliore qualità dell’aria. La mobilità elettrica presenta grandi potenzialità in termini di riduzione dell’inquinamento atmosferico e acustico offrendo la possibilità di numerose applicazioni a livello cittadino. Voglio sottolineare come questa azione moltiplichi la sua efficacia se condivisa a livello sovracomunale e perciò ha un valore molto elevato il fatto che si muovano insieme questi tre Comuni”.

 


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.