ACQUAVIVA PICENA – Il Portale del Fondo di Garanzia per le piccole e medie imprese è operativo a livello nazionale ed è dunque possibile gestire le richieste sui finanziamenti bancari fino a 25 mila euro, previsti dal Decreto Liquidità.

“La Banca del Piceno – assicura il Presidente Aldo Mattioli – è certa di essersi organizzata per gestire questa fase iniziale d’inserimento delle richieste in modo efficace.  Abbiamo anche elaborato un’apposita modalità d’istruttoria delle pratiche. Ci aspettiamo un afflusso cospicuo di domande da caricare sulla piattaforma, tenendo conto del fatto che le nostre filiali coprono un territorio vasto, da Civitanova Marche a Giulianova. Dunque, i nostri funzionari sono già stati formati e, ovviamente, sapranno rispondere in tempo reale ad eventuali quesiti posti dalle aziende”.

Come noto, le domande per il finanziamento vanno presentate attraverso la Pec aziendale e trasmesse ad un indirizzo mail dedicato, crediti.decretoliquidita@bancadelpiceno.bcc.it. Sul sito bancadelpiceno.bcc.it è presente anche il facsimile di domanda da inoltrare alla Banca del Piceno.

Per tutte le esigenze che non riguardano questo finanziamento, l’ingresso nelle filiali della Banca del Piceno è regolato, ricorda il Presidente Mattioli “da una serie di norme che voglio ribadire, perché anche in questo caso non è possibile, per i motivi di ordine sanitario che tutti conosciamo, che si creino delle file. Chiunque intenda recarsi in una delle filiali della Banca del Piceno deve chiamare la propria filiale per fissare un appuntamento o chiamare i numeri verdi 800.045.680 e 800.296.111. Inoltre, è necessario munirsi dei dispositivi sanitari, mascherine e guanti, prima di entrare”.

Il Gruppo Iccrea, al quale la Banca del Piceno aderisce, ha messo a disposizione di tutti, clienti e non, il sito emergenzacovid19.gruppoiccrea.it, in cui riassume tutte le informazioni utili per saperne di più “in un momento – conclude Aldo Mattioli – in cui è importante fornire un servizio così completo. Da parte nostra, al di là dell’impegno a dare alle imprese un servizio rapido in merito alle loro richieste di finanziamento, voglio ricordare che la Banca del Piceno ha posto in essere anche iniziative proprie: il plafond da 15 milioni di euro, investimento a tutela di tutte le imprese e le famiglie del territorio di competenza, che è rivolto anche a coloro che al momento non sono correntisti della Banca del Piceno, lo stanziamento di settantamila euro per far fronte alle necessità più urgenti degli ospedali Covid della zona, una serie di sospensioni nei pagamenti a favore dei correntisti, l’adesione alla convenzione Abi per l’anticipo della cassa integrazione ai lavoratori e alle lavoratrici fino a 1.400 euro per lavoratore dipendente, scegliendo di offrire questa particolare agevolazione a tasso zero e senza costi aggiuntivi per le persone che faranno la richiesta”.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.