SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “Non venite nella Riviera delle Palme per Pasqua”.

E’ l’appello, diffuso il 5 aprile del sindaco di San Benedetto del Tronto, Pasqualino Piunti, riportato da una nota dell’Ansa dove si legge: “Sia chiaro, siamo sempre la città dell’accoglienza ma la stagione balneare è fortemente a rischio a causa dell’emergenza Coronavirus ed è per tentare di salvarla che ho invitato tutti a non venire in Riviera”.

L’appello è rivolto in particolare agli ascolani che hanno seconde case in Riviera. Per invitarli a rimanere nella loro città Piunti ha usato la storica rivalità calcistica: “Quella divisione che è sempre stata il nostro tallone di Achille ora deve essere la nostra forza” si legge nella nota diffusa dall’Ansa.

Non tutti l’hanno presa bene, specialmente nella città delle Cento Torri, giudicando inopportuno il paragone dato il delicato momento.

“Gli amici ascolani sono benvenuti – precisa poi Piunti, leggendo dalla nota dell’agenzia di stampa – ho usato un’iperbole per far capire che uno sforzo fatto insieme ci consentirà di battere il nemico comune del Covid-19 e aumentare le possibilità di ritrovarci tutti a godere del nostro mare la prossima estate. Evitiamo ora rischi alla salute pubblica”.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.