GROTTTAMMARE – L’emergenza Coronavirus non blocca alcuni interventi programmati lungo la Riviera.

E’ partito a Grottammare con puntualità l’annuale programma di manutenzione del verde cittadino, attuato dalla Picenambiente tramite ditte specializzate nella cura urbana. 

Parallelamente, il servizio Manutenzione ha ottenuto l’autorizzazione demaniale per la pulizia della spiaggia. Stamattina, 3 aprile, quindi, gli operai comunali hanno provveduto a liberare l’arenile dai detriti portati a terra dalle recenti mareggiate.

Le opere eseguite su incarico della Picenambiente hanno interessato il lungomare, il vecchio incasato e il belvedere di monte Castello. Zone non scelte a caso, in quanto fuori dalle aree urbane, dove la presenza di auto parcheggiate, causa “lock down”, avrebbe ostacolato l’esecuzione degli interventi e creato disagi ai proprietari.

“E’ vero che da giorni tutto lo sforzo del Comune si è concentrato nell’affrontare l’emergenza Coronavirus – dichiara il sindaco Enrico Piergallini -, però, è comunque necessario andare avanti almeno sul decoro urbano. Non vorremmo che la città avesse la ‘barba troppo lunga’. Anche se la Pasqua di quest’anno sarà molto diversa rispetto al passato, anche se non arriveranno a Grottammare i turisti, vogliamo comunque che i cittadini abbiano la percezione di una macchina, quella delle Manutenzioni, che continua a lavorare nonostante l’emergenza”.

Gli interventi avviati avranno cadenza mensile e consistono in opere di manutenzione del verde stradale e di prossimità e di pulizia di caditoie e tombini, da eseguire tra  aprile e dicembre, secondo gli accordi: “Siamo partiti lunedì scorso con la convenzione attiva con la Picenambiente – fa sapere il consigliere delegato alle Manutenzioni, Bruno Talamonti -. Si tratta di un programma mensile, distribuito da qui fino a dicembre per coprire il territorio comunale da nord a sud”. 


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.