MONTEPRANDONE – A distanza di quasi un mese dall’emanazione delle prime norme anti-Coronavirus, si stila un primo bilancio in un Comune dell’entroterra piceno.

Da inizio emergenza a Centobuchi e Monteprandone oltre 600 controlli eseguiti dalla Polizia Municipale.

Identificate 270 persone per un totale di sei sanzioni per mancata autocertificazione regolare: quattro proprio oggi, primo aprile.

Sono stati, invece, 353 i controlli effettuati nei confronti degli esercizi commerciali autorizzati: zero violazioni in questo caso.

Il lavoro dei Vigili Urbani proseguirà, ovviamente, in questi giorni e il monito rimane sempre quello: rispettare regole, restare a casa il più possibile e uscire solo per urgenze motivate dall’autocertificazione.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.