GROTTAMMARE – Duemila mascherine sono state donate nei giorni scorsi al Comune di Grottammare dall’impresa calzaturiera Dada di Grottammare.

La consegna è stata presa in carico dalla Protezione civile comunale che ha provveduto a distribuire il materiale ai propri volontari  e a quelli della Misericordia, in prima linea nella gestione territoriale dell’emergenza Covid-19, al personale e agli ospiti degli istituti di riposo Fondazione Pelagallo e Santa Maria e dell’Anffas Grottammare  e al personale comunale  addetto ai servizi indifferibili che opera in presenza negli uffici comunali.

Il gesto si aggiunge alla donazione di mille mascherine realizzate dall’azienda calzaturiera Vueffe di Grottammare della settimana scorsa.

La nota in accompagnamento alla donazione

“La solidarietà in questo momento non è un obbligo, è un fatto naturale. Non sono facili queste settimane per noi imprenditori costretti a chiudere le fabbriche, sappiamo che dovremo affrontare mesi complessi non appena l’emergenza passerà e potremo ripartire con le nostre produzioni. Ma questo è il domani. L’oggi è dentro gli ospedali, è tra i volontari della protezione civile, tra le forze dell’ordine impegnate in prima linea. Per questo motivo come azienda Dada srl abbiamo deciso di donare 2 mila mascherine chirurgiche al Comune di Grottammare e mille alle forze dell’ordine di Grottammare e San Benedetto. Un piccolo contributo, che si unisce alla donazione all’Area Vasta 5 per le necessità impellenti. Ognuno può fare qualcosa, ognuno deve fare qualcosa partendo da una certezza: stando a casa, a meno che non si debba uscire per necessità, è il primo modo per aiutare il sistema a superare l’emergenza”.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.