AMD, al recente al CES 2019 che si è svolto a Las Vegas. ha rivelato nuove CPU per laptop dalla tanto attesa Ryzen 3000 Series, oltre a una nuova gamma di processori A-Series per Chromebook. Gli annunci sono il preambolo alla strategia di AMD che intende proporre CPU per ogni tipo di laptop, da quelli super potenti per giocare a quelli di entry-level adatti a un utilizzo più casalingo. E questo potrebbe voler dire a breve un aggiornamento del modello HP 255 G7 che appunto si basa un processore di fascia bassa di AMD.

I processori mobili AMD Ryzen serie 3000, rivelati recentemente segnano la seconda generazione di CPU per i laptop dopo il debutto dei primi modelli nel 2017. In combinazione con un nuovo AMD Athlon 300U per laptop entry-level e due nuove CPU serie A per Chromebook, questo segna la più grande offensiva della società con sede a Santa Clara in un mercato che rimane dominato da Intel.

Novità per i gamers

La gamma mobile Ryzen 3000, che si basa sull’attuale architettura Zen+ a 12 nanometri dell’azienda, è caratterizzata dai processori AMD Ryzen 7 3750H e Ryzen 5 3550H pensati innanzitutto per i videogiocatori, entrambi dotati di quattro core e otto thread e un consumo pari a 35 watt. 

Il Ryzen 7 3750H funziona a una frequenza di clock di base di 2,3 GHz e una frequenza turbo di 4 GHz, mentre il Ryzen 5 3550H parte da 2,1 GHz per spingersi a 3,7 GHz in modalità turbo. I due processori, insieme al resto dei prodotti Ryzen serie 3000, sono dotati di grafica Radeon basata su architettura Vega. A differenza delle loro controparti mobili le CPU desktop Ryzen 3000 si baseranno sull’architettura Zen 2 di nuova generazione, prodotta a 7nm.

Asus pronta al debutto

Asus sarà tra i primi OEM a vendere un nuovo laptop da gioco basato su piattaforma AMD che includerà un processore AMD Ryzen 7 3750H o Ryzen 5 3550H. Sicuramente saranno introdotti altri laptop basati su AMD nel corso dell’anno, visto che l’azienda si pone come obiettivo un consistente aumento delle vendite pari al 33% in più rispetto all’anno precedente. C’è da aspettarsi quindi che altri brand, come HP, Lenovo e via dicendo molto presto presenteranno i loro notebook dotati delle nuove CPU AMD Ryzen 3000

CPU a basso consumo

Come è prevedibile AMD ha anche in serbo una gamma di processori dai bassi consumi. Infatti la serie Ryzen 3000 include CPU per sistemi a bassa potenza da 15 watt. La famiglia comprende il processore AMD Ryzen 7 3700U, che viene fornito con quattro core e otto thread con una frequenza di clock di base di 4 GHz e il modello AMD Ryzen 3 3200U, che viene fornito con due core e quattro thread con una frequenza di clock di base di 3,5 GHZ. L’AMD Athlon 300U, d’altra parte, condivide molte delle stesse caratteristiche della Ryzen 3 3200U, fatta eccezione per una frequenza della GPU leggermente inferiore, ma utilizza il processo di produzione 14nm di ultima generazione di AMD.

Per quanto riguarda i Chromebook, AMD sta per rilasciare due nuovi processori: AMD A6-9220C e A4-9120C, entrambi con due core e due thread. L’A6 presenta frequenze di clock e turbo di base leggermente superiori da 2,7 GHz contro i 1,8 GHz, dell’A4, e offre anche una frequenza della GPU maggiore che arriva a 720 MHz.

È tempo di aggiornare il laptop?

AMD presenta le nuove CPU mobili come un’opportunità per i consumatori per cambiare i vecchi laptop. Nei test interni rilasciati da AMD i nuovi processori mobili Ryzen sono in grado di fornire un aumento delle prestazioni fino al 60% per le applicazioni di produttività, come Microsoft Office, rispetto ai laptop del 2015 che si basano su processori Intel Broadwell. 

Nel confrontare un laptop dotato di processore AMD Ryzen 7 con uno basato su Intel Core i7 del 2015, l’azienda afferma che il primo può fornire un incremento del 16% in applicazioni per l’editing multimediale, un aumento delle prestazioni del 10% per la navigazione web e un aumento del 48% delle prestazioni generali del notebook. 

AMD afferma che la serie Ryzen 3000 per laptop può anche migliorare le prestazioni a doppia cifra nella navigazione web e nell’editing multimediale rispetto ai processori Intel di ottava generazione. I nuovi processori Ryzen non progettati per i giochi possono anche fornire prestazioni decenti in questo campo, con Ryzen 7 3700U che offre un frame rate di 57 fotogrammi al secondo in Fortnite con impostazioni grafiche basse.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.