SAN BENEDETTO DEL TRONTO – In questo periodo di difficoltà ed emergenza, il motto è restare uniti anche a distanza, e l’Unione Rugby San Benedetto fa dell’unione proprio il suo stile di vita.

Sempre disponibili al sostegno, che è il principio base del gioco del rugby, la società ha chiesto ai suoi tesserati, amici e conoscenti, di partecipare alla raccolta fondi per donare all’Avis provinciale le mascherine per gli operatori sanitari dell’Area Vasta 5.

Nonostante le difficoltà del momento, in molti hanno risposto all’appello e hanno donato, e questo ha permesso in pochi giorni di raccogliere mille euro. La società ha prontamente ringraziato quanti hanno partecipato, destinando subito l’importo per l’acquisto e la consegna dei materiali.

Inoltre l’Unione Rugby San Benedetto si è resa disponibile, comunicandolo agli enti competenti, a mettere a disposizione dell’Area Vasta 5 il proprio impianto, i tesserati dell’associazione come forza lavoro e i propri mezzi, per qualsiasi necessità richiesta.

Nel momento in cui è arrivata la comunicazione della Federazione Italiana Rugby di sospendere tutti i campionati in corso, la società ha mandato un messaggio chiaro e toccante a tutti i suoi giocatori, ai ragazzi e allo staff, esprimendo il suo pensiero con queste parole “Il rispetto delle regole deve essere rigoroso nel campo come nella vita, così da poter aiutare anche noi, nel nostro piccolo, chi soffre e chi sta lavorando per poter uscire fuori da questa situazione il prima possibile”.

Condividiamo tutti con emozione questo pensiero.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.