RIPATRANSONE – Solidarietà e generosità.

Donate alla cittadinanza di Ripatransone le prime mascherine prodotte dall’azienda operante nel settore calzaturiero e dall’istituto religioso. I presidi serviranno a fronteggiare la situazione di emergenza dovuta all’attuale carenza di forniture.

Il Tomaificio Magisi e l’Istituto delle Suore Teresiane di Ripatransone hanno prodotto e messo gratuitamente a disposizione della cittadinanza le prime mascherine per il contrasto alla diffusione del Coronavirus. Un gesto di incondizionato altruismo ed impegno civico quello delle due realtà ripane, spinto dalla volontà di contribuire attivamente alla gestione dell’emergenza in corso con prodotti di immediato utilizzo da parte dei tanti cittadini sprovvisti di strumenti di protezione. Tali dispositivi, pur non certificati, sono utili per la gestione in sicurezza delle attività di quotidiana necessità.

“Nelle situazioni di criticità, come quella che stiamo vivendo in queste settimane, emerge il grande cuore di Ripatransone”, dichiara il Sindaco Alessandro Lucciarini De Vincenzi.

“Due realtà, l’una laica, l’altra religiosa, che hanno saputo leggere i bisogni della collettività mettendo a disposizione il proprio know-how e le proprie energie per il bene della collettività con prodotti di alta qualità. Siamo orgogliosi di questa azione solidale, il mio grazie immenso va alle famiglie Maroni e Tommasi del Tomaificio Magisi e alle nostre Suore Teresiane per aver contribuito al bene della nostra città con un gesto dall’alto valore simbolico. Molte sono le famiglie e le aziende che si sono rese disponibili a collaborare in questi giorni di difficoltà, questo aspetto ci rassicura sulla capacità di Ripatransone di essere comunità e di saper agire congiuntamente negli episodi di difficoltà”, conclude il primo cittadino


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.