Siamo ad un passaggio cruciale non solo per quel che riguarda l’emergenza sanitaria da coronavirus, ma anche per capire in che modo l’economia e la società riprenderanno dopo la “quarantena”. Prima di avvilupparci in ipotesi e congetture, vale la pena vedere in che modo le nazioni più affini per storia e cultura all’Europa Continentale, oggi in gran parte aggregata nell’Unione Europea, stanno affrontando la crisi che sta creando milioni di disoccupati e rischia di far crollare il Pil del 10% e anche oltre nelle nazioni più avanzate.

Gli Stati Uniti, in una importante converganza tra i Repubblicani del presidente Trump e i Democratici, hanno stanziato 2.000 miliardi di dollari (più o meno il Pil dell’Italia) per un piano straordinario pari a 1.500 dollari per ciascun cittadino e uno stipendio pieno per 4 mesi a tutti coloro che resteranno disoccupati a causa delle misure di controllo contro il coronavirus (dalla chiusura di attività a quella delle imprese). Clicca qui.

L'immagine può contenere: 2 persone, testo

La Gran Bretagna, invece, garantirà l’80% dello stipendio a tutti i disoccupati a causa del coronavirus, fino a 2.500 sterline al mese. Indipendentemente dai fondi che saranno necessari. Per evitare che qualcuno pensi che si stia facendo apologia dei due governi conservatori di Usa e Uk, riportiamo il link italiano de Il Manifesto (clicca qui) faticando a trovare la notizia nella stampa italiana cosiddetta mainstream.

L'immagine può contenere: 1 persona, testo

Nessuna descrizione della foto disponibile.

E la povera Italia e l’Europa continentale altrimenti detta Unione Europea? Potremmo scrivere molto ma la fotografia della giornata di ieri, martedì 24 marzo, è impietosa. Umiliante, anche (ma ci siamo abituati: per i terremoti del 2016 l’Italia ottenne una flessibilità dello 0,18% del Pil…).

In videoconferenza, il Ministro dell’Economia Gualtieri ha provato a immaginare qualcosa di molto simile al disco degli ultimi 20 anni: “Il problema è dove prendere i fondi”, scrive l’Huffington Post. “Entro 30 giorni” ha detto il Ministro. Ma puntuale come sempre, il disco delle ipotesi si è immediatamente schiantato con il Lato B, che da sempre accompagna il Lato A.

L'immagine può contenere: testo

Ecco quindi che in serata Olanda e Germania si sono opposte affinché gli Stati possano comportarsi esattamente come la Costituzione Italiana, nel nostro caso, prevedeva (articolo 3 su tutti) oppure imitare Usa e United Kingdom.

L'immagine può contenere: 1 persona, testo

Finiamo con l’ironia, per non piangere (ma presto arriveranno lacrime amare di popolo).

Occorre importare nel Continente gli alberi da cui crescono i soldi.

Ps. Stati Uniti e Gran Bretagna non si indebitano, ma questo è un altro discorso.

 

 

 

 


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.