TERAMO – Sale a 46, in Abruzzo, il numero di persone decedute risultate positive al Covid-19. I casi complessivi registrati in regione sono 689: 26 quelli emersi nelle ultime ore dalle analisi del laboratorio della Asl di Pescara, centro di riferimento regionale, anche attraverso l’Istituto Zooprofilattico di Teramo. “Un numero così contenuto – precisa la Regione nel bollettino quotidiano – potrebbe però essere dovuto solo al fatto che ieri, per ragioni tecniche, il laboratorio di Pescara non ha operato a pieno regime”.

I pazienti gravi, in terapia intensiva, sono 57. Dei nuovi casi, quattro fanno riferimento alla Asl Avezzano-Sulmona-L’Aquila, quattro alla Asl Lanciano-Vasto-Chieti, tre alla Asl di Pescara e 15 alla Asl di Teramo. Del totale dei casi, 47 si riferiscono alla Asl Avezzano-Sulmona-L’Aquila, 133 alla Asl Lanciano-Vasto-Chieti, 369 alla Asl di Pescara e 140 alla Asl di Teramo.

I pazienti ricoverati in ospedale in terapia non intensiva sono 234 pazienti sono ricoverati in ospedale in terapia non intensiva, 57 in terapia intensiva, 32 dei quali in provincia di Pescara, mentre gli altri 331 sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl.

Otto i nuovi decessi, tutti uomini: uno di Città Sant’Angelo (Pescara), di 70 anni, uno di Francavilla al Mare (Chieti), 80 anni, due di Ortona (Chieti), di 56 e 68 anni, uno di Castiglione Messer Raimondo (Teramo), di 63 anni, uno di Pineto (Teramo), di 74 anni, uno di Montesilvano (Pescara), di 79 anni, e uno di Loreto Aprutino (Pescara), di 62 anni. Quattordici i pazienti clinicamente guariti (che da sintomatici con manifestazioni cliniche associate al Covid 19, sono diventati asintomatici); sette guariti (che hanno cioè risolto i sintomi dell’infezione e sono risultati negativi in due test consecutivi). Dall’inizio dell’emergenza Coronavirus, sono stati eseguiti complessivamente 4.294 test.

Due medici e altre 11 persone tra infermieri e altro personale sanitario del reparto di oncologia dell’ospedale Mazzini di Teramo sono positivi al Covid-19. A confermarlo è una nota della Asl di Teramo. “Dopo il primo caso di positività al Covid-19 di un medico in servizio presso il reparto di oncologia di Teramo, sono stati eseguiti i tamponi su tutto il personale del reparto stesso – spiega la Asl – e sui 14 pazienti attualmente ricoverati”.

“I risultati (ancora parziali) ci restituiscono una situazione che vede positivi al coronavirus un altro medico oncologo e 11 tra infermieri e altro personale sanitario, i quali sono stati immediatamente posti in isolamento domiciliare”. In attesa di conoscere gli esiti di tutti i tamponi eseguiti il direttore del dipartimento di oncologia Carlo D’Ugo, in accordo con il direttore facente funzioni dell’Oncologia Teresa Scipioni e la direzione medica di presidio, ha stabilito che non appena le condizioni cliniche dei pazienti ricoverati lo permetteranno questi ultimi saranno dimessi e continueranno ad essere assistiti a domicilio dall’équipe che fa riferimento al dottore Claudio Di Bartolomeo.

“Successivamente – conclude la Asl – si provvederà alla sanificazione del reparto e alla sua riorganizzazione. Il day hospital oncologico, invece, resta aperto e continua la propria attività utilizzando esclusivamente personale sanitario risultato negativo al Covid-19″.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.