GROTTAMMARE –  A una settimana dall’emanazione del Decreto “Io resto a casa”, la Polizia locale di Grottammare ha effettuato 715 controlli su persone, nonché reiterati controlli sugli esercizi commerciali del territorio, per un totale di 88 accertamenti (dati rilevati dal 12 al 19 marzo).

“Allo stato – riferisce il comandante della Polizia locale, Stefano Proietti -, non sono stati rilevati profili di rilevanza penale sulle condotte oggetto di accertamento, riconducibili a fattispecie lecite ai sensi della normativa statale e comunale sull’emergenza in atto”.

Durante la giornata i Vigili Urbani hanno informato anche a diverse persone che passeggiavano in spiaggia della nuova ordinanza che sarà in vigore dalle 00 del 21 marzo che prevede la chiusura delle spiagge.

Si ricorda che le disposizioni in vigore riguardano, relativamente ai limiti individuali: 

  • lo spostamento delle persone fisiche – possibile solo per motivi di lavoro, salute, acquisto beni di necessità e rientro al proprio domicilio;
  • la frequentazione dei luoghi pubblici – sono chiusi il civico cimitero, la pista ciclopedonale Grottammare – Cupra Marittima, parchi urbani e giardini di quartiere.

La necessità di spostarsi per una delle suddette motivazioni deve essere dichiarata attraverso una autocertificazione, corredata ove possibile dalla documentazione relativa alla causa dello spostamento. Il nuovo modello di autocertificazione è scaricabile dal sito istituzionale del comune di Grottammare, all’interno della sezione dedicata all’emergenza Coronavirus. 

A tal proposito, si rammenta che le circostanze dichiarate nell’autocertificazione verranno, qualora possibile, verificate all’atto del controllo e comunque verranno sempre sottoposte a vaglio successivo. 

Il personale delle forze dell’ordine fornirà il modulo da compilare a chi ne fosse sprovvisto al momento del controllo.

Per quanto riguarda le attività commerciali, l’obbligo di chiusura previsto dal Governo non si applica a determinate categorie. L’elenco delle attività commerciali al dettaglio e di servizi alle persone aperti sono consultabili on line, sempre nella sezione dedicata all’emergenza Coronavirus. 

Sono inoltre sospesi i mercati settimanali del lunedì e del giovedì, per quanto riguarda il commercio ambulante.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.