SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Prosegue il controllo su strada e la diffusione di info a cittadini ed esercenti sulle norme da rispettare emanate dal Decreto governativo sull’emergenza Covid-19.

Le Polizie Locali di Cupra Marittima, Grottammare, San Benedetto, Monteprandone, Ascoli e altri Comuni del Piceno al lavoro dalla mattina alla sera con l’ausilio di carabinieri e Polizia.

Dal Comando di San Benedetto: “Continuiamo a fare i controlli, circa 80 sulle persone in transito coi veicoli e oltre 200 le attività commerciali: sul sito del Comune c’è un prospetto sui codici Ateco, in modo che tutti possano verificare se la loro attività vi rientra o meno. Le definizioni indicate nel Dpcm corrispondono ai codici Ateco, il commerciante che ha il dubbio può verificarlo, così che non si abbiano dubbi. In questo modo abbiamo certezza. A meno che non ci siano delle interpretazioni del ministero, tutti stanno rispettando, qualche dubbio in mattinata ma è stato chiarito, come le pizzerie al taglio che devono essere chiuse e non sono alimentari. Noto un po’ di anziani in giro senza apparente motivo, la passeggiata si può fare però con le dovute cautele e distanze, specialmente gli anziani”.

Da Grottammare il Comando afferma: “Nella giornata di oggi sono stati controllati parecchie attività commerciali ed oltre 100 automobilisti e per il momento tutto regolare. I controlli sono no stop dalla mattina alla sera e proseguiranno tutti i giorni”.

Anche dagli altri Comuni la situazione è simile: la maggior parte di cittadini ed esercenti ligia al dovere e al rispetto delle norme e molti che richiedono informazioni a riguardo. Ma l’invito a non abbassare la guardia è alto e costante.

Dalle varie realtà locali si ribatte molto sul sensibilizzare gli anziani a stare a casa e non uscire senza motivo essendo soggetti a rischio: “Bisogna cambiare abitudine, questo è il messaggio che deve passare”.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.