SAN BENEDETTO DEL TRONTO – In questi tempi così difficili, bisogna industriarsi a trovare un sistema per portare aiuto e sollievo agli italiani in difficoltà. La Omnibus Omnes, associazione di volontariato di San Benedetto del Tronto, lancia “Un Respiro di Solidarietà”, una raccolta fondi per l’acquisto di ventilatori polmonari da donare agli ospedali.

A partire dalle Marche, ma senza escludere realtà fuori regione.

“Abbiamo già contattato una azienda italiana che li produce, e ci stiamo informando per i tempi di consegna. Occorre muoversi subito, questo senso di impotenza è la cosa più difficile da gestire e solo facendo qualcosa di buono per la comunità del nostro Paese si può trovare sollievo e sentirsi utili”,dice Raffaella Milandri, presidente della Omnibus.

Il direttivo della associazione si è riunito (virtualmente) in tempi celerissimi e il progetto è pronto a partire.

La Omnibus si è resa nota per il pronto intervento subito dopo il terremoto del 2016: con la raccolta fondi chiamata “Insieme per Arquata” ha distribuito infatti in tempi record oltre 100 borse di studio agli studenti terremotati, per una cifra complessiva che ha sfiorato i 100 mila euro.

La Omnibus sta lavorando per individuare il modello di ventilatore polmonare adatto, e a breve prenderà accordi con gli ospedali marchigiani.

La raccolta fondi avverrà sul conto corrente intestato a OMNIBUS OMNES: Unicredit Viale dello Sport di San Benedetto del Tronto(AP)IBAN IT 65M 02008 24404 000103706117 BIC SWIFT UNCRITM1Y39.

Copia degli estratti conti con le donazioni sarà visionabile su richiesta, all’insegna della trasparenza.

Il progetto “Un Respiro di Solidarietà” non finisce qui: la Omnibus sta cercando di approvvigionarsi di mascherine idonee, modello PPF3, da donare alle fasce più a rischio.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.