SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Una “non notizia”, in tempi normali, ma una notizia in una giornata contraddistinta dall’applicazione su tutto il territorio nazionale del decreto della Presidenza del Consiglio per limitare il contagio da coronavirus.

Un anticipo di primavera ha favorito l’abituale presenza di sambenedettesi sul lungomare e in spiaggia, con temperature che hanno raggiunto i 20 gradi. Nulla di male, perché assembramenti e calca non ci sono state e una camminata tra sole e mare non può far che bene, specie con il traffico automobilistico ridotto e in una giornata di sole, sempre prendendo le giuste precauzioni. Non manca infatti chi gira con mascherina, sciarpa per coprire la bocca e guanti.

Il problema, semmai, si potrà porre nel fine settimana o, in prospettiva e in caso di una applicazione prolungata, nel periodo pasquale. Anche se, senza la possibilità di spostamenti anche per i residenti nel Piceno, la fruizione del lungomare è limitata ai soli cittadini sambenedettesi.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.