GROTTAMMARE – Il Giudice di Pace di Fermo ha iniziato a pronunciarsi sulle prime opposizioni (promosse dal gruppo Grottammare Città Unica) ai verbali di accertamento e contestazione delle infrazioni al codice della strada elevate con il sistema Photored dal Comune di Grottammare.

Dopo le prime sentenze emanate dal giudice, è stata premiata la linea di chi denunciava l’errata interpretazione dei fotogrammi, oltre  che  un’impropria applicazione del codice della strada a danno degli automobilisti.

La prima contestazione riguardava i fotogrammi, che devono mostrare, a fronte del rosso semaforico, l’auto  prima al di qua della striscia bianca di arresto e in ultima l’attraversamento compiuto.

La seconda concerne la prova video,  inutilizzabile “perché non disponibile, in sede di accesso telematico agli atti, del codice fornito dall’ente nel verbale di contestazione”

“L’applicazione delle sanzioni rilevate dai photored sono riconducibili ad una cattiva applicazione del codice della strada e della segnaletica a terra, che porta all’errore l’automobilista”, ci ha dichiarato il consigliere di opposizione Lorenzo Vesperini, tra i promotori della richiesta al Giudice di pace.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.