GIULIANOVA – Non solo non si ferma con l’auto per essere identificato dalle Forze dell’Ordine ma, non pago, ingiuria gli operatori riprendendosi con il cellulare e postando tutto su Internet.

Questa è la follia commessa da un 31enne, noto pregiudicato, a Giulianova sul lungomare Zara il 4 marzo. I Carabinieri del Nucleo Radiomobile hanno incrociato alla guida di un’autovettura l’uomo che, alla vista dei militari, essendo privo di patente di guida poiché revocatagli dalla Prefettura di Teramo, si è dato alla fuga, mettendo in pericolo non solo sé stesso ma anche i pedoni che si sono trovati sulla sua strada.

Il 31enne è riuscito a raggiungere la sua abitazione, è sceso dall’auto e all’arrivo dei militari ha tentato di ingannarli negando di essere stato lui a guidare l’auto ma la sua compagna. I militari hanno proceduto a contestargli le infrazioni rilevate, ma l’uomo ha iniziato ad inveire contro di loro, addirittura riprendendosi con il cellulare mentre li ingiuriava e postando tutto su Facebook.

Nella mattinata odierna, 5 marzo, su disposizione dell’autorità giudiziaria è stata eseguita un’accurata perquisizione nell’abitazione del 31enne ed è stato sequestrato il suo telefono cellulare, da dove verrà estrapolato il video in questione, nel frattempo rimosso dal suo profilo Facebook.

Sono in corso indagini per risalire anche ad alcune persone che hanno commentato il video, ingiuriando anche loro i militari dell’Arma che stavano semplicemente compiendo il loro dovere. Gravi sono le accuse contro l’uomo: guida senza patente di guida poiché revocata, diffamazione aggravata mediante l’uso dei Social Network e oltraggio a pubblico ufficiale.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.