AGGIORNAMENTI A causa dell’emergenza socio-sanitaria costituita dall’epidemia di Coronavirus, il Senato della Repubblica ha momentaneamente annullato tutti gli eventi aperti al pubblico che avrebbero dovuto tenersi nei suoi palazzi nelle prossime settimane. “Per questa ragione ci vediamo costretti a rinviare a data da destinare l´evento scientifico-divulgativo che avrebbe dovuto avere luogo giovedì 5 marzo al Senato della Repubblica a Roma”affermano da Nutrage.

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Iniziativa sociale.

Il 5 marzo dalle ore 8:30 si svolgerà presso il Senato della Repubblica Italiana (Palazzo Giustiniani, Roma) un evento scientifico-culturale dal titolo “Diabesità, Terapia Integrata di una Epidemia“, organizzato dall’Associazione no profit Nutrage (Presidente A. Cavezzi) insieme alla Società Italiana PNEI (Presidente M. Bologna e Presidente onorario F. Bottaccioli).

Si porterà all’attenzione di politici, giornalisti, medici e professionisti della salute il tema della diffusione dilagante del diabete tipo 2, con le sue conseguenze negative quali obesità, aterosclerosi cardiovascolare e cerebrale, sindrome metabolica, neurodegenerazione, cancro. Di fatto esistono in Italia circa 4 milioni di pazienti affetti da diabete tipo 2, per un costo di circa 13-14 miliardi di euro all’anno per il sistema sanitario nazionale. Per questa patologia, la ricerca scientifica sta evidenziando sempre più le grandi potenzialità terapeutiche costituite da una corretta nutrizione e dal digiuno intermittente, insieme ad una adeguata attività fisica e ad una migliore gestione dello stress cronico.

Questi provvedimenti, a costo zero, potrebbero e dovrebbero rientrare nella terapia integrata del diabete e dell’obesità, in affiancamento ai provvedimenti più tradizionali di tipo farmacologico. Il convegno sarà anche e soprattutto l’occasione per evidenziare queste molteplici e validate terapie extra-farmacologiche; verranno inoltre presentati i risultati preliminari di uno studio in corso su queste basi nutrizionali e di stile di vita, in pazienti con diabete tipo 2 (progetto “Diabesità”).

Relatori di fama internazionale parleranno quindi di: epidemiologia e diagnostica laboratoristica, provvedimenti ormetici (stimolazioni benefiche ottenute da esposizione limitata a stress chimico-fisici) e nell’ottica psiconeuroendocrinoimmunologica, nutrizione a ridotto introito di carboidrati, digiuno intermittente, attività fisica e ginnastica respiratoria, meditazione, psicoterapia. La partecipazione è gratuita, previa registrazione obbligatoria per l’accesso autorizzato, in virtù dei posti limitati a disposizione.

Si tratta in definitiva di un’occasione per sensibilizzare politici, amministratori e professionisti della salute sulla grave realtà del diabete in crescita esponenziale, ma anche sulle possibilità scientificamente provate offerte da terapie basate su stile di vita e nutrizione, che, se implementate nel servizio sanitario nazionale, potrebbero garantire un salto di qualità nell’efficacia della prevenzione e della cura con forti risparmi anche sul piano economico. “Proprio per sensibilizzare i decisori politici ad un cambio di passo sulla Diabesità, abbiamo raccolto l’opportunità di svolgere la nostra conferenza in una sede del Senato della Repubblica” hanno dichiarato Attilio Cavezzi e Francesco Bottaccioli promotori dell’iniziativa.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.