NOTARESCO – Blitz antidroga nel Teramano da parte dei carabinieri.

Tutto è iniziato quando i militari dell’Arma, nella tarda serata di ieri, 26 febbraio,hanno fermato a Notaresco per un controllo un giovane del luogo che tenevano d’occhio già da un po’. In tasca aveva della cocaina, così è scattata subito la perquisizione a casa del pusher, un 45enne già noto alle Forze dell’Ordine.

I Carabinieri, con uno stratagemma, si sono fatti aprire la porta ma l’uomo, quando ha realizzato che davanti a sé non aveva i tecnici dell’Enel ha reagito spintonando i militari e tentando di barricarsi in casa. La prontezza dei Carabinieri ha impedito che ciò avvenisse ed il 45enne non è riuscito quindi a disfarsi della droga che aveva in casa: ben 130 grammi di cocaina. Con lo stupefacente è stato sequestrato anche un bilancino di precisione ed il materiale per il confezionamento delle dosi. I militari in casa hanno rinvenuto anche oltre mille euro in contanti, ritenuto il provento dell’attività illecita di spaccio.

Il pusher, quindi, dopo le formalità di rito in caserma è stato ricondotto agli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida che si svolgerà a Teramo oggi, 27 febbraio. Dovrà rispondere del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.