SAN BENEDETTO DEL TRONTO – San Benedetto e Viareggio sono sempre più unite. Una delegazione dell’amministrazione comunale rivierasca composta dal consigliere comunale Mario Ballatore e dal responsabile dell’archivio storico comunale Giuseppe Merlini, accompagnata da alcuni dei promotori del gemellaggio (che è stato ufficializzato nel lontano 1994), si è recata in visita nella località versiliese dove è stata accolta dal sindaco Giorgio Del Ghingaro, dal suo vice Walter Alberici, dalla consigliera comunale Stefania Carraresi, dal presidente dell’Amap (che ha ospitato l’incontro) Giuseppe Balloni, dallo stato maggiore di I Care (società proprietaria di Viareggio Porto) Moreno Pasquini, Marco Franciosi e Claudio Puoti, dal comandante della Capitaneria di Porto Alessandro Sarro, da Pasquale Dro, responsabile della sicurezza portuale, da Pietro Angelini di Navigo, da un gruppetto dei Giovani per Viareggio, oltre che dai Pronipoti Sambenedettesi capitanati dai cugini Salvatore, Margherita e Pietro “L’Ammiraglio” Romani. Oltre ai ventisei anni del gemellaggio, c’erano da festeggiare i cinquant’anni del CarnevalDarsena, evento di punta del Carnevale di Viareggio che si svolge nel quartiere che da sempre ha ospitato i trabaccolari sambenedettesi emigrati in Toscana. «La Darsena – ha detto il sindaco Del Ghingaro – è il cuore della tradizione viareggina ed è qui che si rinnova e si rafforza l’identità cittadina. Bella è anche l’atmosfera informale di questo incontro (svoltosi nel corso della ritrovata cena di Carnevale delle Autorità, storico appuntamento dell’Amap) che rispecchia l’attuale momento di Viareggio, città che si sta riscoprendo e che sta rinascendo, guardando con occhi diversi verso il futuro. Ringrazio gli amici di San Benedetto per la loro presenza». Mario Ballatore ha poi fatto eco alle parole dei convenuti. «Siamo molto felici di essere qui e sentiamo nostro questo rione di Viareggio essendo orgogliosi che nel cuore di questa città scorra del sangue rossoblù». Il vice sindaco Alberici ha poi promesso alla delegazione sambenedettese di rendere la visita nel corso del prossimo autunno, in occasione della festa del Patrono San Benedetto Martire. Alle parole e agli ottimi piatti, vini e dolci hanno fatto seguito il tradizionale scambio di doni tra le delegazioni, mentre tutti i presenti (oltre cinquanta) hanno ricevuto una confezione regalo contenente libri e gadget del CarnevalDarsena. Il gruppo di San Benedetto ha poi partecipato al corso domenicale dei carri allegorici nei pressi dello Sturla Bar, contribuendo alla raccolta di fondi


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.