AGGIORNAMENTO 27 FEBBRAIO

Ci ha contattato il padre del ragazzo per aggiornarci sulla situazione: “Mio figlio aveva una forte influenza da una settimana; allora abbiamo chiesto una visita di controllo ed è scattata in automatico la procedura da coronavirus. Il ragazzo nei giorni scorsi era stato a Piacenza e quindi, anche se i sintomi della febbre alta escludevano si trattasse del coronavirus, l’intervento della Croce Verde è stato fatto proprio come da protocollo coronavirus”.

“Il ragazzo sta a Fermo nel reparto Malattie Infettive dell’ospedale perché la procedura che si segue in questi casi consta di due notti sotto osservazione. Domani mattina, ad ogni modo, tornerà a casa”.

 

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Un intervento della Croce Verde di Ascoli Piceno è avvenuto a San Benedetto poco prima di pranzo, in merito ad un uomo che ha contattato il 118 in via precauzionale per analisi connesse ad uno stato influenzale che, per motivi connessi alle notizie di attualità, è stato effettuato seguendo il protocollo per la gestione dei malati da coronavirus.

Le immagini dell’ambulanza e dei sanitari coperti dal grembiule e mascherine sono state diffuse su Facebook generando molta apprensione. L’ambulanza nel momento in cui scriviamo è in fase di trasferimento verso l’ospedale di Fermo, dove l’Unità Malattie Infettive garantisce il servizio per le province di Macerata, Fermo ed Ascoli.

Dunque se la procedura è quella da “coronavirus” al momento non si può affermare che l’uomo ne sia contagiato, anche perché non è stato eseguito nessun esame specifico, che sarà eseguito solo a Fermo.

Seguiranno aggiornamenti.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.