In scena al PalaPrometeo di Ancona la seconda tappa del Campionato di Serie A1 di ginnastica artistica femminile, che ha visto protagonista la World Sporting Academy di San Benedetto del Tronto guidata da Jean-Carlo Mattoni ed Elena Konyukhova. La società rivierasca ha chiuso in sesta posizione con 151.050 punti, ma è quarta nella classifica generale stilata dopo i primi due atti di quattro.

La squadra composta da Jessica Hélène Mattoni, Maria Vittoria Cocciolo, Joelle Elisabeth Mattoni, Laura Addazii, Rebecca Morè, Lai Filippini e Alessia Federici (in prestito dalla società Pro Patria 1883 Milano), ha iniziato la competizione al corpo libero: 12.300 per la Cocciolo, 12.250 per la Federici, 12.200 per Jessica Mattoni e 11.900 per la Addazii.

Poi è stato il turno del volteggio, dove è mancato il prezioso contributo di Lai Filippini, che giovedì in allenamento si è fatta male: 13.450 per Maria Vittoria, 13.300 per Jessica Mattoni, 12.200 per Alessia Federici e Laura Addazii. Bene le parallele asimmetriche, con Maria Vittoria Cocciolo a dominare anche questo attrezzo. La ginnasta ha totalizzato 12.850 punti e a fine giornata è risultata una delle ginnaste con il migliore punteggio generale. Agli staggi 12.600 per la Federici, 12.050 per Rebecca Morè, 11.000 per Laura Addazii.

La trave è stato l’ultimo attrezzo per la World Sporting Academy: molto bene Maria Vittoria Cocciolo con 13.650, terzo punteggio assoluto, Rebecca Morè e Alessia Federici 11.950, Jessica Mattoni 11.550. Peccato per le due cadute riportate.

“È andata bene, le atlete vengono da due settimane di influenza – ha detto Jean-Carlo Mattoni – Jessica inoltre ha un problema al piede, al cuboide per l’esattezza, e dobbiamo fare degli accertamenti. Siamo soddisfatti, perché abbiamo avuto due cadute alla trave, un’uscita di pedana da parte di Jessica, un volteggio in meno, ma abbiamo fatto lo stesso punteggio di Firenze. Le ragazze hanno lottato e hanno fatto quello che dovevano. A Napoli cercheremo di ripetere la performance e portare a termine una buona prova. In sintesi, bene le parallele, dove Rebecca Morè si è saputa destreggiare. Qualche problema al volteggio, ma stiamo lavorando per rafforzarlo, sperando nel rientro di Lai Filippini. Alla trave un plauso va a Maria Vittoria Cocciolo. Per quanto riguarda il corpo libero, non è andato male, noi abbiamo una pedana in palestra che non è quella che troviamo in gara, quindi ogni volta dobbiamo ricalibrarci e mettere a posto l’esercizio”.

Mattoni ha concluso il suo commento sottolineando come la squadra della World Sporting Academy, a parte Alessia Federici, sia interamente di casa: “Sono ragazze che sono nate da noi, vengono da noi o comunque interagiscono con noi. La nostra è una piccola grande realtà, contiamo di andare avanti, speriamo di realizzare il nostro sogno di un nuovo impianto sportivo più funzionale. Come bilancio della seconda prova di Serie A1 possiamo dire di essere soddisfatti, le ragazze sono state fenomenali”.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.