SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Effettuata l’ispezione cadaverica sul corpo del 65enne Paolo Guarino morto nel cantiere stradale realizzato per la creazione del nuovo collettore fognario di Marina di Sotto a San Benedetto.

L’autopsia, effettuata dal medico legale Francesco Brandimarti per conto della Procura di Ascoli. confermerebbe il decesso “per schiacciamento”. Fatale, quindi, lo smottamento di terra che ha sommerso l’uomo caduto precedentemente, e accidentalmente, nella buca scavata in viale dello Sport.

La Procura di Ascoli indaga per omicidio colposo, tre persone appartenenti alla ditta Tecnobuilding iscritte al registro degli indagati. Deposito della consulenza entro 90 giorni come disposto dal Sostituto Procuratore.

Si attende per la giornata di venerdì 21 febbraio il nulla osta per la riconsegna della salma alla famiglia di Paolo Guarino per il ritorno in Campania e lo svolgimento dei funerali ad Eboli.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.