MARTINSICURO – Come previsto, nella mattinata del 14 febbraio il Camper della Polizia contro la violenza sulle donne ha fatto tappa in Atri, importante località della provincia teramana.

Le condizioni metereologiche particolarmente avverse per pioggia e vento hanno impedito la predisposizione delle attività nella centrale piazza Duomo: in alternativa il personale della Questura e del Commissariato di Atri,  coordinato dal Vice Questore dottoressa Ester Fratello, unitamente ai rappresentanti di Enti e Commissioni collegate alla delicata tematica che hanno aderito, hanno sensibilizzato soprattutto i più giovani attraverso il contatto diretto presso la sala consiliare del Comune di Atri ove sono intervenuti studenti del Liceo Scientifico “Illuminati” e dell’Istituto Tecnico “Zoli”.

Non è mancato il qualificato contributo dei poliziotti della Sezione di Polizia Postale e delle Comunicazioni di Teramo. Hanno preso parte all’incontro, portato il proprio saluto, il Sindaco di Atri Ferretti e la Consigliera delle pari Opportunità dell’Amministrazione Provinciale Costantini. Interesse ampio è stato riscontrato da parte dei giovani presenti, a cui è stato distribuito un opuscolo edito dal Dipartimento della Pubblica Sicurezza-Direzione Centrale Anticrimine a supporto della necessità di denunciare ogni, sebben minima, avvisaglia di violenza.

Il prossimo appuntamento della campagna di sensibilizzazione “Questo non è amore” sarà a Martinsicuro l’8 marzo, in occasione della festa della donna.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.