TERAMO – I vigili del fuoco di Teramo nella giornata di ieri, appena ultimati i servizi di assistenza per garantire la sicurezza in occasione della visita del Presidente della Repubblica, sono stati chiamati ad un super impegno. Nelle ultime 24 ore i vigili del fuoco di Teramo hanno effettuato complessivamente 40 interventi, a causa del vento forte vento che ha spazzato diverse zone della provincia.

Le richiesta di intervento sono giunte al Comando anche durante la notte appena trascorsa e, particolarmente numerose, nella mattinata di oggi, 11 febbraio.

Tra i comuni più colpiti dal forte vento ci sono Teramo, Colledara Tossicia, Montorio, Atri, Castelli, Sant’Egidio e Silvi. Gli interventi sono stati effettuati, principalmente, per la rimozione di rami ed alberi caduti, coperture e grondaie divelte, comignoli crollati e coppi ed insegne pericolanti. Per affrontare con efficacia l’emergenza in atto, sono stati impegnati tutti i vigili del fuoco in servizio operativo, sia della sede centrale che dei distaccamenti di Roseto degli Abruzzi e Nereto ed è stato richiamato anche personale libero dal servizio.

Nel tardo pomeriggio di ieri, 10 febbraio due squadre dei Comandi di Ascoli Piceno e Teramo, sono intervenuti a Cesano di Valle Castellana, a seguito di un incendio che ha interessato un fabbricato di civile abitazione le fiamme hanno avvolto una catasta di legna nella zona porticata dell’edificio e si sono estesi all’interno dello stesso. L’anziana che abitava in casa, nel tentativo di adoperarsi per cercare di evitare la propagazione dell’incendio, presumibilmente spinta dal forte vento, è caduta da una scarpata riportando gravi traumi che ne hanno reso necessario il ricovero presso l’ospedale Mazzoni di Ascoli Piceno.

Nella serata di ieri una squadra di vigili del fuoco del distaccamento di Roseto degli Abruzzi è intervenuta ad Atri, dove un grosso albero crollando aveva causato la caduta della linea elettrica. Sempre nella serata di ieri una squadra è intervenuta in Contrada Stampalone di Cellino Attanasio, dove il forte vento aveva causato la propagazione di un incendio di sterpaglie.

Durante la notte una squadra di vigili del fuoco di Teramo è intervenuta in via Diaz, proprio davanti all’uscita dei mezzi di soccorso della Caserma dei Vigili del Fuoco, a causa della caduta di grossi rami da alcuni pini all’interno del cortile della scuola materna. In mattinata una squadra è intervenuta a Castelli per mettere in sicurezza gli elementi di copertura provvisoria di un edificio danneggiato dal sisma. Al momento tutte le squadre operative sono impegnate in attività di soccorso e restano da effettuare alcune decine di intervento.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.