TERAMO – La Polizia Postale e delle Comunicazioni per l’Abruzzo ha eseguito un fermo molto importante.

A Teramo è stato un 50enne poiché adescava minori sui Social Network e nel computer aveva centinaia di foto e video raffiguranti giovanissimi in atteggiamenti sessualmente espliciti.

Indagine partita dalla Procura di Caltanissetta dove il Commissario di Nicosia aveva accolto la denuncia di una minore, vittima di un adescamento sul Web.

I dati telematici hanno ricondotto ad una donna residente nel Teramano e successivi accertamenti hanno scoperto che si trattava del compagno. Gli agenti hanno sequestrato Pc e altri strumenti informatici dove è stato trovato il materiale pedopornografico.

Sono in corso ulteriori indagini per identificare le vittime di adescamento.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.