SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Ad inizio 2020 attività commerciali e luoghi pubblici del territorio sono state vittime di alcune azioni criminali.

Danni e furti a Cupra Marittima, Grottammare, in Riviera e anche nell’entroterra Teramano. La stima dei bottini non era elevatissima ma le effrazioni hanno comunque comportato delle spese di riparazione per i titolari.

Ciò ha fatto presumere alle Forze dell’Ordine che dietro poteva esserci una “banda non professionista” e soprattutto composta da giovani.

Dopo oltre un mese di indagini sono arrivate le prime denunce, in zona, che avrebbero coinvolto anche un paio di minorenni.

Le indagini proseguono per verificare altri episodi simili e un possibile collegamento con i giovani deferiti.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.