SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Altra brutta storia di maltrattamenti nei confronti di animali in Riviera.

I Carabinieri Forestali di San Benedetto del Tronto, unitamente ai Veterinari della A.S.U.R. Marche, hanno messo a segno un’altra brillante operazione nel settore della tutela degli animali d’affezione.

Un Rottweiler maschio dell’età di circa 6 anni era detenuto in un locale fatiscente, in condizioni igienico-sanitarie assolutamente inadeguate ed è stato rinvenuto in precarie condizioni di salute e senza acqua a disposizione: i militari, intervenuti insieme ai Veterinari Asur, dopo aver valutato la gravità e l’urgenza della situazione, lo hanno posto sotto sequestro e trasferito presso una idonea struttura visto che il perdurare della situazione avrebbe potuto compromettere gravemente lo stato di salute dell’animale.

Il proprietario del cane è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per aver detenuto il proprio animale in condizioni non compatibili con la sua natura e produttive di gravi conseguenze.

L’operazione si è articolata nell’ambito della poliedrica e proficua attività che, nella Provincia di Ascoli Piceno, vede i Carabinieri Forestali ed i dirigenti veterinari A.S.U.R. lavorare spesso a stretto contatto: una sinergia che sfrutta al massimo la professionalità e le competenze di ciascuno, rendendo estremamente efficaci le varie attività di prevenzione e controllo.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.