TERAMO – Il 4 febbraio è stato caratterizzato dal meteo avverso nel Centro Italia.

Abruzzo e Marche le regioni più colpite dal maltempo e anche dagli incendi. Circa 500 interventi dei pompieri tra Marche e Abruzzo.

Si è concluso da poco lo spegnimento dell’incendio di sterpaglie nella zona di Abetemozzo, nel Teramano, originato dalla caduta di un albero che ha provocato la rottura di una linea elettrica dell’Enel che ha innescato un cortocircuito con propagazione delle fiamme alle sterpaglie presenti sul terreno sottostante. Complessivamente l’incendio ha interessato un’area di circa 5 ettari. La pioggia caduta dal tardo pomeriggio ha contribuito allo spegnimento degli ultimi focolai di incendio ancora attivi.

Sul posto, oltre ai vigili del fuoco, hanno operato anche Carabinieri, personale dell’Enel e volontari di Torricella Sicura e dell’Associazione Gran Sasso D’italia-Sezione di Teramo. Oltre agli interventi già indicati nel precedente comunicato, i vigili del fuoco hanno operato anche in altre zone della provincia, in particolare nell’ambito dei comuni di Nereto e Roseto degli Abruzzi.

Per affrontare la situazione di emergenza il Comando dei Vigili del Fuoco ha provveduto a richiamare anche personale libero dal servizio. Al momento restano da effettuare ancora alcune decine di interventi.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.