GROTTAMMARE – Si deroga alle misure degli ascensori negli edifici residenziali realizzati prima del 1989. Lo ha deciso la scorsa settimana il Consiglio comunale, approvando la proposta di modificare l’articolo 81/bis, relativo al superamento delle barriere architettoniche, del Regolamento edilizio comunale presentata dall’area Gestione del Territorio.

La novità riguarda la possibilità di realizzare il taglio delle scale per inserire ascensori con dimensioni minime interne nette di almeno 100x60cm ed una porta di ingresso con larghezza minima di 60 cm, in modo da permettere l’accesso anche alle persone con ridotta mobilità.

Le nuove disposizioni sono applicabili solo se l’installazione non è ricompresa all’interno di un intervento più ampio di ristrutturazione dell’immobile o non sia possibile altra soluzione tecnica se non quella di procedere alla riduzione della larghezza delle scale e delle dimensioni dell’ascensore rispetto a quelle minime previste dal D.M. 236/89.

Il punto è stato approvato dalla sola maggioranza, contrari il gruppo Città unica-Centrodestra unito, astensione da parte del gruppo M5Stelle.

E’ di questi giorni, inoltre, anche la novità riguardante la presentazione delle pratiche edilizie (SUE e SUAP) da parte dei professionisti. A partire da oggi, infatti, potranno essere presentate solo attraverso il portale telematico presente nella home page del sito istituzionale.

 


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.