MONTEPRANDONE – Uno sportello volto a promuovere nei cittadini comportamenti eco-responsabili e a sensibilizzare i cittadini sui temi dell’ambiente.

Ecco a Monteprandone, e a Centobuchi, il servizio “Punto Energia”.

Il 3 febbraio nell’Ufficio del sindaco Sergio Loggi, presso la Delegazione comunale di Centobuchi, si è svolta la conferenza stampa di presentazione del progetto.

Oltre al primo cittadino sono intervenuti l’assessore al decoro urbano Fernando Gabrielli e il consigliere all’ambiente Sergio Calvaresi. Presente anche Liliana Bisaccia referente della società Habitare, partner di progetto.

Presentati una serie di comportamenti maggiormente eco-responsabili per offrire opportunità di effettuare piccole, semplici ed utili azioni, di differente livello di difficoltà, per migliorare la viabilità della propria abitazione e dell’ambiente circostante.

Ecco le azioni previste:

ottimizzare uso di acqua ed energia;

effettuare migliore sperazione dei rifiuti;

favorire l’utilizzo di mezzi di trasporto più sostenibili;

“Punto Energia” semplifica l’eco-risparmio attraverso l’utilizzo di una lampadina a risparmio energetico, che verrà consegnata alle prime 1000 famiglie residenti nel Comune di Monteprandone che parteciperanno all’iniziativa.

Ogni famiglia interessata, anche nelle fasi di follow up, potrà rivolgersi allo sportello informativo, presso il Comune di Monteprandone, per registrarsi e ritirare il Kit, unitamente ad un decalogo contenente alcuni consigli per migliorare le proprie abitudini nel risparmio energetico. Tutte le azioni proposte comporteranno anche risparmi economici.

Lo sportello informativo sarà a disposizione della cittadinanza per 2 ore settimanali nell’arco di 30 settimane annuali, con durata triennale. La partecipazione è gratuita e aperta a tutti. Sportello aperto ogni lunedì dalle 12 alle 14 al piano terra della delegazione comunale di Centobuchi in via delle Magnolie 1. Per info puntoenergia.mp@gmail.com e numero verde 800235456.

Il Comune di Monteprandone e la Habitare, partner del progetto, si impegneranno a informare regolarmente i cittadini sui concreti risultati raggiunti grazie a questa iniziativa.

Risparmio energetico, coinvolgimento e partecipazione dei cittadini, benefici economici ed ambientali: questi gli obiettivi chiave di Punto Energia, promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri nell’ambito degli “Interventi per la Riqualificazione Sociale e Culturale delle Aree Urbane Degradate”.

Apre la conferenza il sindaco Sergio Loggi: “Un progetto che riguarda le cosiddette aree urbane degradate con un importo da 2 milioni di euro. Una parte ai lavori pubblici e un’altra sui servizi. Punto Energia si aggiunge al progetto doposcuola (90 mila euro già attivo da due anni), allo spazio Ascolta Donne (attivo da un anno, 68 mila euro), al progetto Giovani Imprenditori (91 mila euro, attivo da un anno), allo Sportello Immigrati (30 mila euro, attivo da pochi mesi). Lo sportello Punto Energia parte da oggi per 11 mila euro. Sarà aperto due ore settimanali nell’arco di 30 settimane annuali e verranno distribuiti Kit per il risparmio energetico (lampada a led basso impatto ambientale e brochure informativa). Tutto questo andrà alle prime mille famiglie che ne faranno richiesta. Amministrazione che vuol essere attenta alle problematiche dell’ambiente. Argomento importante e discusso a livello nazionale e mondiale. Invitiamo cittadinanza ad aderire. Ripristiniamo anche quattro parchi urbani. Tutto ciò aiuterà anche per la recente richiesta inviata per l’adesione ai Borghi più Belli d’Italia”.

Fernando Gabrielli aggiunge: “Sono d’accordo con quello che ha detto il primo cittadino, auspichiamo che la cittadinanza risponda bene a questo progetto, molto importante per l’ambiente. Lo sportello sarà a disposizione per qualsiasi informazione e aiuto a livello energetico. La nostra comunità punta molto sul risparmio e la tutela”.

Sergio Calvaresi dichiara: “L’ambiente è un tema molto sentito dall’amministrazione. Anche nei parchi ci sarà ‘l’illuminazione a Led e un sistema di controllo gestito con un software che controllerà e regolerà l’intensità della luce. Ricordiamo che attualmente nella nostra comunità ci sono 2600 pali della pubblica illuminazione a Led. La riqualificazione passerà pure per le aree verdi dove verranno aggiunti anche nuovi spazi. Il sistema d’irrigazione andrà a mirare sulla raccolta delle acque per evitare spreco. In programma anche colonnine per auto e bici elettriche. Vogliamo sensibilizzare la cittadinanza e far conoscere la mobilità sostenibile e innovativa. Monteprandone aderisce al Patto dei Sindaci per la riduzione dell’emissione di Co2 e mettere in atto una serie di azioni per combattere i cambiamenti climatici. Il 2020 è un anno, quindi, molto impegnativo dal punto di vista ambientale per il nostro Comune. Ripeteremo Giornate Ecologiche, Ripuliamo il Mondo, Ambientiamoci Insieme, la Giornata dell’Albero e con la Giornata dell’Acqua, il 21 marzo, ci sarà l’inaugurazione delle due casette (una a Monteprandone e una a Centobuchi) grazie anche al Bim Tronto. Verranno coinvolti anche i bambini delle scuole elementari per informare sul risparmio energetico. Non scordiamoci che ci sarà il progetto di certificazione ambientale per garantire norme di sicurezza e ambientale e che abbiamo approvato recentemente il nuovo regolamento di Piano Antenne con leggi più rigide dando uno stop all’eventuale sperimentazione del 5G”.

Liliana Bisaccia, di Habitare, afferma: “Il tema dell’ambiente sta molto a cuore al Comune e ai cittadini. Abbiamo inserito nel kit il decalogo, una serie di regole e suggerimenti che possono essere dei punti di partenza per il risparmio. Azioni quotidiane, anche piccole, che possono fare tanto. E’ un Kit molto utile. Tanti non sanno che lasciare in stand by strumenti elettronici, le luci accese senza motivo o fare carichi di lavatrice inopportuni e in orari non consoni possono comportare danni all’ambiente oltre allo spreco”.

Il Comandante della Polizia Municipale, Eugenio Vendrame, chiude la conferenza: “Aumenteranno i controlli e cerchiamo di mettere fine, insieme al Settore Ambiente del Comune, ad un ampio malcostume di abbandonare l’immondizia in aree non controllate che ora saranno vigilate dalla foto-trappole che partono oggi, 3 febbraio, ricordiamolo. Guardie Ecologiche e Vigili Urbani insieme per un sistema di controllo efficace. Tutelare l’ambiente è molto importante e auspichiamo che i cittadini lo comprendino. Ci tengo anche a ricordare che la Polizia Municipale è dotata, grazie al Comune, di un’auto ‘ibrida’ volta a non inquinare”.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.