GIULIANOVA – Anche sulla costa teramana c’è grande attesa per una festa amata da grandi e piccini, ormai imminente.

Parliamo del Carnevale di Giulianova che sta per prendere forma e si ripeterà anche in estate. Sei carri sfileranno all’insegna del divertimento e dell’allegria.

I carri sfileranno domenica 23 febbraio nel centro storico di Giulianova Paese e martedì 25 febbraio a Giulianova Lido.

Diverse sono le riunioni che si sono tenute e che si terranno nella sala consiliare del comune di Giulianova tra i cittadini che si sono messi in gioco per la buona riuscita del carnevale giuliese e i rappresentanti dell’amministrazione comunale Marco Di Carlo e Paolo Giorgini.

Dal Comitato organizzatore affermano: “Grande l’entusiasmo che si respira in città e nella sala durante le riunioni nelle quali sono state gettate le basi e le linee guida per la realizzazione del carnevale giuliese che, anticipiamo, sarà anche estivo e verrà sicuramente riproposto negli anni in quanto, sempre nel corso delle riunioni, si è formato un comitato organizzatore il cui compito è proprio quello di guidare negli anni l’enorme macchina organizzativa che è stata riavviata e che una manifestazione del genere richiede.”.

“Provvidenziali, a tal proposito sono stati i consigli di Renato Stortini e di parte del comitato che in passato, fino agli anni 90, ha organizzato appunto il gran carnevale giuliese, che ricordiamo essere stato tra i primi in Abruzzo” si legge nella nota del Comitato.

Sono appunto 6 i temi proposti e assegnati a sorteggio tra i presenti:

I PRIMITIVI di Villa Pozzoni;

LA GENTE DI MARE di Case Di Trento;

I GLADIATORI dell’Annunziata;

I DRAGHI di Colleranesco;

IL BRUCOMELA di Giulianova Lido;

Ma a sorpresa spunta fuori il carro di Giulianova Paese e Centro Storico, proposto dalla Nuova Compagnia Di Canto Giuliese, LU SANT’ANTONIJE DE LA ROCCHE che è tutto un programma per chi conosce la tradizione;

“È ancora tanto il lavoro da fare e i tempi, sono veramente stretti e per la buona riuscita della manifestazione è indispensabile la collaborazione di voi tutti  – è l’appello del comitato organizzatore – In passato abbiamo sempre lamentato il fatto che a Giulianova non si facesse più nulla, adesso tutti i giuliesi sono chiamati a metterci il cuore invadendo le strade della nostra città con allegria e vestendosi per quanto possibile, con uno dei 6 temi proposti, o comunque in mascherati. Chiunque voglia invece collaborare alla realizzazione dei carri, può contattare il responsabile del carro stesso e sarà il ben venuto”.

“Nei giorni scorsi, è stata attivata una fattiva e cospicua collaborazione con la città di Cento in Emilia Romagna, città che da 60 anni organizza il carnevale europeo. 5 carri quindi, sono già in allestimento con le attrezzature che sono arrivate direttamente da Cento, comune dal quale sono arrivati anche 2 tecnici esperti che aiuteranno i gruppi nell’allestimento dei carri. Va precisato che questa è una tappa zero per il carnevale giuliese – spiega ancora il comitato – è un inizio, una partenza e quindi aspettiamoci dei carri sicuramente belli, ma non stratosferici o esorbitanti perché in un mese sarebbe impossibile realizzarli. La cosa certa è che il grande carro del carnevale giuliese si è rimesso in moto e tornerà presto a far parlare di sé dando lustro alla nostra città di Giulianova con una manifestazione che brillerà per la sua simpatia, bellezza e per il sano divertimento. Ne siamo sicuri perché a farlo saremo noi giuliesi”. 


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.